Pellegrinaggio sulle orme di Papa Francesco di ieri 4 ottobre in Assisi

Ieri abbiamo vissuto un Grande evento, è stato fantastico partecipare nel giorno che si ricorda il Santo poverello d’Assisi assieme all’amato Pontefice che porta il suo nome per la prima volta nella storia, dopo che ben 121 suoi predecessori ( dalla morte del Santo) avevano evitato di chiamarsi così, forse perchè ritenuto troppo  impegnativo,nel prato antistante la Basilica superiore dove eravamo collocati noi di Apecchio in compagnia degli amici venuti da Cagli,Piobbico,Santa Fiora frazione di Sansepolcro,Città di Castello,Resina e Bastia Umbra( credo che eravamo l’unico Pulman ad avere al suo interno rappresentate ben 3 Regioni! un plauso a Giacomo Rossi per la perfetta organizzazione)
Si respirava sin dal primo mattino un’aria particolare e mistica che solo questo Santo luogo sà dare.
le ore in attesa della Santa Messa delle 11 sono volate via tra canti e preghiere attorno alle  ore 10 è esplosa la festa per l’arrivo di Francesco su una modestissima panda nera, succesivamente  è salito sulla Papa mobile benedicendo tutti i presenti poi è sceso nella cripta dove riposano le spoglie del Santo ( evento da noi seguito su un maxischermo allestito per l’occasione) raccogliendosi in preghiera.
La Santa Messa coronata da solenni canti gregoriani ha avuto l’apice nell’omelia.Il Papa ci ha ricordato che la povertà e l’umiltà del Santo non  sono segni di debolezza bensì uno stile di vita che tutti dovremmo fare nostro.
Grazie ancora Santo Padre
Sotto immagini dell’evento

Quest’articolo è stato letto 1 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *