Almanacco del Giorno 5 Ottobre

5 Ottobre 2013

è ’ il 275° giorno dall’inizio dell’anno 2013.  Mancano 90 giorni per la fine del 2013

 

 

Proverbio del Giorno
Se ottobre è bello, tien pronto l’ombrello
La
LUNA – Leva: 7:36, Cala: 18:51 – Luna crescente

ora solare
Percorso del sole - grafico polare azimut elevazione

Si festeggia
San Placido Monaco
sec. VI
Il Calendario universale della Chiesa non segna oggi questa memoria, ricordata invece dal Martirologio Romano. Non esitiamo però ad ammettere che San Placido – onorato, a torto, come Martire, e vedremo perché, – sia il personaggio più noto, tra i Santi, a tale data.
E’ però una celebrità riflessa, come di una subitanea illuminazione, che esalta per un momento un oggetto, scoprendolo dall’ombra, per riconsegnarlo all’ombra.
Placido fu, con Mauro, il più docile discepolo del grande San Benedetto, il quale li ebbe ambedue, Placido e Mauro, cari come figli.
Dei due, Placido era forse il più giovane: poco più che un fanciullo, quando venne posto sotto la paterna guida dell’Abate San Benedetto. Per questo, San Placido viene considerato quale Patrono dei novizi, cioè dei giovani che si preparano alla professione religiosa nei monasteri benedettini.
A Placido, oltre che a Mauro, è attribuito un celebre episodio miracoloso narrato da San Gregorio Magno nei suoi Dialoghi. Mentre Benedetto era nella sua cella, un giorno, il giovane Placido si recò ad attingere acqua nel lago. Perse l’equilibrio e cadde nella corrente, che subito lo trascinò lontano dalla riva.
L’Abate, nella cella, conobbe per rivelazione l’accaduto. Chiamò Mauro e gli disse di correre in soccorso del confratello. Ricevuta la benedizione, Mauro si affrettò ad obbedire: valicò la riva, e seguitò a correre sull’acqua, fino a raggiungere Placido. Afferratolo, lo riportò a riva, e soltanto giungendo sulla terra asciutta, voltosi indietro, si accorse di aver camminato sull’acqua, come San Pietro sul lago di Tiberiade.
L’episodio ebbe un seguito ancor più commovente, perché San Benedetto attribuì il prodigio al merito dell’obbedienza di Mauro, mentre il discepolo lo attribuiva ai meriti dell’Abate. Il giudizio venne rimesso a Placido, il quale disse: ” Quando venivo tratto dall’acqua, vedevo sopra il mio capo il mantello dell’Abate, e mi pareva che fosse egli a riportarmi a riva “.
In questo episodio narrato da San Gregorio è contenuto tutto ciò che sappiamo sul conto di Placido. An-ch’egli, come Mauro, è circonfuso e quasi confuso nella luce di San Benedetto. La sua santità fa quasi parte della aureola del Patriarca, della cui Regola fu l’interprete più pronto.
Resta da accennare al fatto che San Placido, invocato per tutto l’Alto Medioevo come Confessore ‘ venne trasformato in Martire alla fine dell’X1 secolo. Un fantasioso biografo compose infatti un falso racconto della sua Passione, sofferta in Sicilia, per opera dei Saraceni. Ma è un’invenzione che contrasta non soltanto con la realtà storica, ma anche con il carattere stesso della santità di Placido, che preferiamo immaginare sempre umile e obbediente, pacifico e nascosto.

Nati oggi
1922 – Ciccio Ingrassia (90 anni fa): Palermitano doc, come il suo collega e compagno di lavoro Franco Franchi. Assieme diedero vita al celebre duo comico Franco e Ciccio, tra i più prolifici del cinema italiano.
1944 – Gianni Mazza (68 anni fa): Nato a Roma, è un noto direttore d’orchestra e compositore, oltre che personaggio televisivo. Il maestro Mazza, con la sua formazione jazz, ha lavorato per lungo tempo come tastierista. Ha lavorato per lungo tempo come tastierista. Ha realizzato diversi dischi, lavorando con molti artisti. E’ stato direttore di orchestra in numerosi varietà della Rai.

Ha preso parte a trasmissioni storiche di Renzo Arbore, quali Quelli della notte e Indietro tutta!.
1975 – Kate Winslet (37 anni fa): Figlia d’arte, cresciuta a pane e teatro, nasce a Reading, nel sud-est dell’Inghilterra, e da qui inizia una carriera fulminea, che la porta ad essere una delle più giovani (a soli 19 anni!)

Accadde oggi
1962 – James Bond debutta al cinema (50 anni fa): Inviato in Giamaica per fare luce sulla misteriosa morte di un collega, l’agente 007 s’imbatte nei piani scellerati del Dr No e della potente organizzazione criminale denominata “Spec1975 – Primo episodio di Goldrake (37 anni fa): Il principe Duke Fleed fugge dal suo pianeta Natale finito nelle mire del feroce re Vega. Raggiunta la Terra qui, sotto le mentite spoglie di Actarus, viene accolto all’istituto di ricerche spaziali.tre”diretto dal Dr Procton, che proteggerà con il suo robot dagli attacchi alieni.

E’ l’inizio di Goldrake, storico cartone animato prodotto dalla Toei Animation e trasmesso in 74 episodi. Ispirato dall’omonimo manga del fumettista Gō Nagai, è stato introdotto da un film pilota di 30 minuti rispetto al quale vennero apportati diversi cambiamenti.

Nonostante Mazinga sia più vecchio di qualche anno, Goldrake è il primo cartone animato robot a essere trasmesso in Italia, con il nome di Atlas Ufo Robot, a partire dal 4 aprile 1978 (all’interno del programma Buonasera con…, sulla Rete 2).

Il successo sarà istantaneo e di enorme portata, al punto che il 45 giri con le sigle della prima serie venderà oltre un milione di copie, ottenendo il “disco d’oro”. Entrambe eseguite da Vince Tempera, le sigle di chiusura e apertura della prima serie saranno prodotte dalla Fonit Cetra e cantate da Michel Tadini che si firmerà inizialmente con lo pseudonimo Actarus.

Quest’articolo è stato letto 6 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *