Speciale previsioni mese di giugno

La stagione estiva del 2013 inizierà proprio dal mese di Giugno, caratterizzato mediamente da un clima piuttosto mite ma con temperature sostanzialmente gradevoli, ove i valori massimi oscillano tra +24/+27°C al Centro-Nord, di media, ma con punte fino a +30/+31°C sulla Sicilia nel corso della terza decade. Il regime pluviometrico risente ancora dell’intrusione d’aria oceanica in particolar modo al Nord dove la media pluviometrica risulta piuttosto elevata, variando dai 60 mm dei settori costieri fino ai 90/100 mm dei settori pedemontani. Diversa la situazione al Centro-Sud, dove le precipitazioni prediligono principalmente i settori interni a causa di fenomeni determinati principalmente da instabilità diurna, con accumuli medi tra 40/70 mm. Più asciutto lungo le coste soprattutto sull’estreme Regioni Meridionali, dove localmente non si superano i 10 mm mensili a causa di una maggior invadenza Anticiclonica.

giugno 2013Per effettuare una prima proiezione meteorologica del mese di Giugno ci avvaleremo del prestigioso modello Americano CFS presso l’NCEP; tale modello matematico fa osservare anomalie di geopotenziale lievemente positive sull’Atlantico settentrionale e Scandinavia, mentre attorno la norma sul resto del Continente europeo.   Complice un indice NAO probabile su valori neutri, lievemente negativi,  l’inizio della stagione estiva potrebbe essere improntata verso una vivace instabilità sui settori centro-meridionali.  Variabilità atmosferica su Penisola Iberica, Gran Bretagna ed a seguire sul bacino del Mediterraneo centro-orientale e Balcani, specie nella prima parte del mese quando le infiltrazioni di masse d’aria oceaniche riusciranno ad innescare condizioni di generale instabilità. giugno 2013 pioggeTempo più stabile sull’Europa centro-orientale e Scandinavia, maggiormente penalizzata dal campo anticiclonico, specie nella seconda parte del mese, mentre l’instabilità termo-convettiva inizierà ad interessare anche Polonia, Repubblica ceca e Turchia per infiltrazioni umide oceaniche.  Di
conseguenza la prevalenza di una variabilità atmosferica, con fasi più fresche e piovose alternate ad altre più stabili e miti, manterranno i valori termici attorno le medie stagionali, salvo locali variazioni.

In Italia il mese di Giugno trascorrerà all’insegna dell’instabilità sui settori montuosi per intrusioni di masse d’aria più fresche ed instabili oceaniche. I fenomeni potranno sconfinare fino ai settori di pianura del Nord e localmente su zone interne del Centro nel corso della prima parte del mese.  Temperature attorno la norma su tutte le Regioni, con bassa probabilità di ondate calde sulle nostre Regioni, per di più probabili al Sud e Sicilia a carattere prefrontale.

Quest’articolo è stato letto 1 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *