Comunicato del “Fronte di Azione Popolare Pesaro-Urbino”

FAP; “Ricci sta svendendo la nostra acqua, fermiamolo!”

Rossi lancia un sit-in in Provincia per il 22 settembre


Un netto no dal movimento “Fronte di Azione Popolare Pesaro-Urbino” alla messa in vendita al gruppo Hera della quota di Marche Multiservizi appartenente alla Provincia (5,9%). Interviene duro il Presidente del FAP Giacomo Rossi; “Quello che sta succedendo sotto l’occhio di tutti è vergognoso. La Provincia prima fa i debiti poi pretende di ripagarli vendendo la propria quota (pubblica) di Marche Multiservizi ad Hera, portando pericolosamente i soggetti privati a detenere quasi la maggioranza del nostro bene acqua. Così facendo, Ricci e compagni rifaranno l’ennesimo regalo al gruppo Hera, la società di fatto in mano al Partito Democratico che lo stesso Ricci definisce “molto gentile”….e chi non lo sarebbe con un regalo del genere? Come Cristo trasformava l’acqua in vino, mi viene da dire che Ricci, Hera e PD trasformano la nostra acqua in soldi per le loro “saccocce”!”. Conclude Rossi; “Sabato 22 Settembre noi del FAP dovevamo tenere una riunione a Pesaro che, vite le circostanze, tramutiamo in un sit-in davanti alla Provincia per manifestare contro l’ulteriore svendita di questo importante bene quale l’acqua, che dovrebbe tornare ad essere pubblica così come vogliono i cittadini e non ulteriormente privatizzata”.

Quest’articolo è stato letto 11 volte.

24 thoughts on “Comunicato del “Fronte di Azione Popolare Pesaro-Urbino”

  1. CARI COMPAESANI,

    SPERO CHE ANCHE VOI POSSIATE PARTECIPARE NUMEROSI A QUESTA INIZIATIVA. CHI MEGLIO DI NOI DELL’ENTROTERRA DEVE PRETENDERE UNA GESTIONE DIVERSA DELLA RISORSA IDRICA???

    VOGLIO PROPRIO VEDERE IN QUANTI SARETE…PARTECIPA GENTE DI TUTTE LE ESTRAZIONI POLITICHE….NON PERDETE QUESTA OCCASIONE O NON LAMENTATEVI POI! IO PARTO VERSO LE 8 DAL BAR DANTE. CHI SI VOLESSE UNIRE HO DEI POSTI E PUO’ CONTATTARMI AL 3480058169.

    NON MANCATE!

    UN CORDIALE SALUTO E SEMPRE FORZA APECCHIO!

    GIACOMO ROSSI

  2. Non sono mai stato “alla provincia” e non ho idea di dove sia.
    Uno straccio di indirizzo, una via, un numero civico, non ci stavano nel volantino?

  3. Io sabato 22 cercherò d’esserci. Chi vuol venire con me (3 persone + io) il mio programma è questo:

    08,30 partenza da Apecchio
    09,30 manifestazione a Pesaro
    11,30 ripartenza per Fano
    12,30 pranzetto nella trattoria Nadia (solo pescato del giorno)a prezzi da classe operaia
    13,30 si riparte per Apecchio
    14,30 siamo a casa

    Chi vuole un passaggio gratis (il pranzo no!) mi contatti direttamente o tramite Apecchio.net (Landi)

  4. Andrò alla manifestazione, anche se da solo.
    Non per Giacomo e tantomeno per il FAP, ma solo perché l’acqua “É DI TUTTI!”.
    É per questo che vorrei vederci anche Sindaco e assessori del nostro Comune.

    Appena un anno fa, a Giugno, si è avuto un referendum dove la schiacciante maggioranza degli italiani ha detto che l’acqua deve restare pubblica, ma come sempre e come al solito, i politici se ne sono stra-fregati.

    L’acqua va pagata perché acquedotti, manutenzioni, depurazioni ecc, hanno un costo, ma è inconcepibile il principio che UN PRIVATO sia proprietario di un bene ESSENZIALE.
    Essenziale vuol dire OBBLIGATORIAMENTE NECESSARIO. Non è così per la Benzina, per la Corrente Elettrica ecc, delle quali il farne a meno comporta sacrifici, ma si campa lo stesso. L’acqua invece è VITALE!

    L’allegra gestione della nostra provincia l’ha condotta ad un profondo rosso di debiti che ora pensano di rattoppare con la cessione delle quote ad Hera.
    Consegnare ad Hera il 51% della nostra acqua significa che essa potrà decidere da sola tutto ciò che riguarda l’acqua stessa. Potrebbe raddoppiare le tariffe, potrebbe chiuderla tot ore al giorno, potrebbe non manutenere la rete idrica ecc. Insomma può fare ciò che gli pare perchè SAREBBE ROBA SUA.
    E poiché Hera non è una è una Onlus di beneficenza, ma una società, o meglio un carrozzone con i classici papponi al vertice che DEVE DISTRIBUIRE UTILI, state tranquilli che ci spenneranno per bene.

    Di questo passo il palloncino non me lo faranno per misurare lo stato di ebrezza (contento pulcino pio?), ma per verificare la capacità polmonare: “Amico mio tu respiri troppo! Hai dichiarato 4 litri d’aria invece ne hai 5!”
    Avanti Equitalia!

    Alvin

  5. per Alvin : mi tiro fuori da ogni commento xche’ hai ragione da vendere e sono d’accordo in tutto e per tutto sulla tua analisi; una curiosita’ dove si trova la trattoria da Nadia (indirizzo). P.S. sono un simpatizante di questo blog ciao

  6. Pubblicare qui il cellulare forse non è il caso.
    Stasera 21/9 dalle 21,15 alle 22,30 sono al Circolo Arci.
    Domattina alle 8,00 prendo un caffè al distributore e alle 8,30 parto. Se qualcuno vuol venire, possiamo trovarci lì.

  7. Ops! Non ho risposto a “simpatizzante:”
    La trattoria Da Nadia si trova sulla destra appena dopo la curva a gomito in fondo alla spiaggia di Sassonia (direz.verso marotta) dove il mare è a diretto contatto con la strada e non ci sono bagni gestiti. E’ chiusa il Lunedi, apre solo a Pranzo (no cena). Offre solo il pescato che trova la mattina. Se non c’è il pescato non apre! Piatti semplici, bacicci, sardoncini sarde marinate, sgombri, insomma niente manicaretti, però roba fresca (e si sente!). Con 25-27€ fai un pranzetto completo a base di pesce, ma di solito due portate bastano a riempire la panza e ciò significa meno di 20 euro.

    Molto buono per il rapporto qualità/prezzo è anche il ristorante Yankee che trovi 100 mt prima della Nadia. Si spende poco di più, i piatti sono più raffinati, ma ovviamente c’è anche roba surgelata, insomma non è “pescato e mangiato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *