Altri furti in paese

Questa notte altri due eventi dolosi hanno turbato la quiete cittadina, dei malviventi hanno scassato le porte e si sono introdotti negli edifici comunali e della scuola primaria. Hanno rovistato nei  cassetti dei diversi uffici, riuscendo  a recuperare un po di contante, poi hanno staccato la cassaforte dal muro dell’ufficio dell’anagrafe (vedi foto) ed infine si sono allontanati nella vicina campagna, nella zona della Palazza e qui con l’aiuto di una grossa mazza, sono riusciti a forzare la cassaforte  e ad impadronirsi del contenuto.
La gente in paese non si sente più tranquilla, attendiamo azioni e provvedimenti dagli enti preposti per contrastare e prevenire questi eventi.

Quest’articolo è stato letto 8 volte.

3 thoughts on “Altri furti in paese

  1. NO, I CARABINIERI CI SONO. Piuttosto non c’è un vero contrasto alla cosiddetta microcriminalità, che per chi la subisce non è purtoroppo tanto micro. Sarebbe auspicabile un maggiore controllo del territorio, questo è vero, soprattutto durante le ore notturne e sarebbero necessarie, per quei pochi delinquenti che vengono acciuffati, pene severe e certe. Le pene devono essere scontate, per quanto non sono mai commisurate al danno subito dalle vittime. Il punto risiede proprio qui: le vittime, purtroppo, per le attuali leggi non contano nulla o quasi. E’ come se crimini al pari dei furti nelle abitazioni, nelle scuole, nei negozi, ecc. quando non violenti, fossero considerati alla stregua di un male inevitabile, da sopportare e metabolizzare. Andatelo a dire a chi a subito un crimine del genere, oltre al danno materiale e morale, la beffa. TUTTO QUESTO NON E’ CERTO COLPA DEI CARABINIERI O DELLE FORZE DELL’ORDINE IN GENERALE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *