Transitalia Marathon in transito questa mattina lungo la via Dante di Apecchio

„Sono 420 i partecipanti (provenienti da 16 Nazioni europee ed extra) e un grande staff di assistenti di percorso, medici e tecnici al seguito“
 

TRANSITALIA MARATHON 2018

UN PERCORSO PIÙ LUNGO E TECNICO, PAROLA DI MIRCO URBINATI

L’operazione di scouting per la quarta edizione del Transitalia Marathon by Mirco Urbinati iniziata
quest’inverno si sta concretizzando. L’obiettivo è quello di stendere il tracciato definitivo sul Road
Book cartaceo proseguendo in tutte quelle azioni istituzionali e logistiche che prendono in
considerazioni le autorità locali, il rilascio dei permessi, il coinvolgimento dei Comuni attraversati e la
collaborazione con i Moto Club locali.
Così mentre percorre in prima persona su e giù sterrati in tutto il centro Italia Mirco Urbinati si
schiarisce le idee: “Sarà un’edizione più tecnica e molto navigata con tappe che richiederanno
davvero tante ore alla guida. L’off road la farà da padrone e i partecipanti dovranno essere preparati”.
Quasi 400 le richieste giunte al Moto Club Strade Bianche in Moto a febbraio quando in soli sei minuti
si aprirono e si chiusero le iscrizioni. Passignano, Cascia e Pescara saranno le tre sedi di tappa di un
evento che anche quest’anno partirà da Rimini. “Sarà un Transitalia Marathon di livello più elevato
rispetto al passato, sia per il tanto fuoristrada, sia per la lunghezza delle tappe: il terzo giorno
percorreremo ben 340 chilometri e questo non è mai stato fatto prima, la tappa più lunga non aveva
superato i 260, e sembrerà, a volte, di vivere una prova di Motorally”. Pietre, colline, lunghi tratti
scorrevoli più enduristici, le caratteristiche principali di una manifestazione, che quest’anno porta il
vessillo della FIM, Federazione Internazionale Motociclistica, che aprirà i battenti il 25 settembre per
lasciare Rimini il 27 e raggiungere il Porto Olimpico di Pescara sabato 29.
TRANSITALIA MARATHON 2018
A TRACK LONGER AND TECHNICAL FOR THE FOURTH EDITION
The operation of scouting for the fourth edition of the Transitalia Marathon by Mirco Urbinati begun
this winter now it is coming true. The objective is that one to fix the definitive layout on the papery
Road Book continuing in all those institutional and logistics actions that means speak with the local
authorities, the release of the permissions, the involvement of the crossed Communes and the
collaboration with the local Moto Club.
So while he is crossing personally up and down dirty road in the center of Italy Mirco Urbinati clears:
“It will be a more technical and very experienced edition with stages that will ask so many hours on
the bikes, to the guide. The off road will be the protagonist and the participants must be prepared”.
Almost 400 the entry form sent to the Moto Club Strade Bianche in Moto, in February, when in only six
minutes they opened and closed the registrations to reaching the allowed maximum limit. Passignano,
Cascia and Pescara will be the three finish line of the stages in an event that also this year will start
from Rimini. “It will be a Transitalia Marathon of more elevated level in comparison to the past, both
for the off road, so much, and for the length of the stages: the third day we will face 340 kilometers
and it hasn’t been done before, never, the longer stage was not more then 260 kms, and it will seem,
at times, to live a test of Motorally”. Stones, hills, long dirty road like enduro style will be the
principal characteristics of an event, that this year brings the seal of the FIM – Federation
International Motorcycling, that will open in September, 25
th
to leave Rimini the 27
th
and reach the
arrival, in the Olympic Harbor of Pescara, Saturday, 29
th
.
More details and infos on
http://www.transitaliamarathon.com

Transitalia Marathon nasce dal sogno di Mirco Urbinati di riportare in vita il mitico Transitalia degli anni ’90.

Dopo anni di studi, ricerche dei percorsi e della sua storia finalmente questo sogno sta per avverarsi.

A metà degli anni ’80 prende forma una leggenda con la prima edizione del Rally del Titano.

E’ il lontano 1985 quando il Rally unico con formula a margherita e poi interamente itinerante attraversò nella lunghezza delle sue tappe gran parte dell’Italia con partenza dalla Riviera Romagnola e in alcuni anni dalla Repubblica di San Marino, fino a spingersi in Abruzzo e Puglia per un totale di 1.200 Km.

Solo dopo diverse edizioni l’organizzazione ne cambio’ nome in TRANSITALIA MARATHON.

Mirco Urbinati è Istruttore di guida Sportiva Territoriale I.G.A.S.T.  F.M.I.

 Dopo un ‘importante passato agonistico tra Enduro e Rally ( oltre 20 anni di esperienza tra Campionato Italiano Motorally, Enduro, classificato secondo di categoria al Rally di Sardegna) si dedica costantemente alla ricerca e allo studio dei percorsi in fuoristrada in Italia sempre diversi da percorrere insieme ai soci del Moto Club.
Secondo me nel nostro Paese c’è ancora tanto da scoprire in termini di percorsi e di Storia;  la mia più grande passione è farli miei e condividere la mia esperienza e le mie emozioni con tutti Voi“.
Ad oggi quindi, supportato dallo staff del Moto Club Strade Bianche in Moto, collabora con la Federazione Motociclista Italiana per far vivere le emozioni di allora ai partecipanti di oggi

Quest’articolo è stato letto 22 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *