Le vicende de Octavianus Ubaldinus

1493 agosto 16

Ottaviano Ubaldini al Gonfaloniere e ai Consoli di Gubbio.

“Lettere Domini.
Spectabiles Amici carissimi.
Intendemo che la ferma de Mastro Agnolo maestro di scola li dura per tucto ottobre proximo de venire, nel quale tempo la donna sua deve venire al parto elli seria incomodo grandissimo havere a mutare da loco a loco, quando se potesse prolungarli la ferma per doi o tre mesi pur al Signore [Guidubaldo] et a me seria grato assai et ve ne conforto per li alegati respecti (…).

Octavianus Ubaldinus, come Marcatelli etc.

A tergo
Spectabiles Amicis Carissimis
Gonfalonerius et Consulibus Eugubii”.

Lo stesso giorno il Gonfaloniere e Consoli decisero di prorogare la ferma di tre mesi a mastro Angelo Passarino Tifernate il quale si presentò subito al loro cospetto, apprese, accettò e ringraziò per la proroga concessagli.

SASG, FC, Riformanze, reg. 33, c. 23v.

Il documento è stato trovato e regestato da Fabrizio Cece,
ricercatore storico di Gubbio nella sezione dell’Archivio di Stato di Gubbio.
Un dovuto ringraziamento a Massimo Bei per la collaborazione.

Quest’articolo è stato letto 40 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *