1418 settembre 3, Castello di Apecchio

1418 settembre 3
Nero di Luzio di Piccolo del castello di Apecchio, per se e i suoi eredi, salvi i diritti del Comune di Gubbio, fu contento e confessò di aver ricevuto da Giovanni di Marino di Lucolo del quartiere di San Giuliano un pezzo di vigna nella misura di 36 tavole e mezza, posto nella parte inferiore della vigna che Giovanni possiede nella villa di Spognola, comitato di Gubbio, al vocabolo il Corso, i cui confini sono: sul primo lato la via, sul secondo Sabatello “Bastennis”, su un altro lato le cose di Pannocchia fabbro, su un altro le cose del detto Giovanni.
Il pezzo di vigna rappresenta la dote di donna Caterina, figlia di Marino di Lucolo e moglie del detto Nero.

SASG, FN, prot. 28, cc. 64v-65r.

Il documento è stato trovato e regestato da Fabrizio Cece,
ricercatore storico di Gubbio nella sezione dell’Archivio di Stato di Gubbio.
Un dovuto ringraziamento a Massimo Bei per la collaborazione.

Quest’articolo è stato letto 100 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *