“Slow Foot”: una storia antica, un paesaggio da scoprire. Torna la terza edizione della Camminata lenta a Città di Castello

Si avvicina la terza edizione di “Slow foot”: una “camminata lenta” per riscoprire i valori dello stare insieme, della bellezza e del rispetto della natura. Dopo il successo delle scorse edizioni, torna per il terzo anno consecutivo l’iniziativa organizzata dall’associazione Altotevere senza frontiere con il titolo “L’Aja dei Giudei, un percorso storico-naturalistico sul colle di Catenaccio”.L’appuntamento è domenica 13 marzo.
Un percorso ad anello fra antichi mulini, chiese e resti medievali nel territorio di Città di Castello fino alla spianata dal nome suggestivo “Aja dei Giudei”, punto panoramico sul versante orientale della Valtiberina. Fra i tanti siti di interesse toccati durante la passeggiata ci saranno i ruderi dell’antico priorato di Galliano e la chiesa di Santa Maria di Passerina:un’opportunità unica per vedere l’edificio sacro decorato con splendidi affreschi di età rinascimentale.
I partecipanti saranno accompagnati da una guida d’eccezione, il professore Giovanni Cangi, espertodi storia e architettura del territorio altotiberino. Il cammino, di circa 11 chilometri, avrà inizio alle ore 9 dalla chiesa di Badiali, frazione di Città di Castello, per concludersi nel pomeriggio nello stesso punto.
“Slow foot” è una delle tappe di avvicinamento alla sesta edizione del Festival della solidarietà, promosso da Altotevere senza frontiere nei giorni 15-16-17 luglio 2016 al parco Langer (Ansa del Tevere) di Città di Castello. Le offerte raccolte saranno destinate per i progetti di beneficenza dell’associazione.

Il programma della giornata:
– ore 9 ritrovo alla chiesa di Badiali (Madonna del Combarbio) a Città di Castello
– ore 9.30 partenza della passeggiata e visita al sistema di fortificazioni, chiese e mulini della valle del torrente Regnano (San Giovanni di Navale e Panicale)
– ore 10.30 sosta per la colazione e visita ai ruderi dell’antico priorato di Galliano
– ore 13 sosta per il pranzo presso l’Aja dei Giudei sul colle di Catenaccio (punto panoramico)
– ore 15.30 visita alla chiesa di Santa Maria di Passerina
– ore 16.30 visita alla chiesa di San Biagio di Grumale e a seguire rientro alle autoaacd2ec91f49ebe2318b8435319638a463a49439

Quest’articolo è stato letto 34 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *