Gestione rifiuti. La Minoranza richiede un Consiglio monotematico e propone di passare al “Porta a porta”.

raccolta-rifiuti-porta_a_porta-bagnoli-ottobre-2012Il gruppo consiliare di minoranza “Partecipa”, alza il dibattito sulla tematica della gestione dei rifiuti. Di recente infatti lo stesso gruppo, ha organizzato un pubblico incontro dal titolo “Rifiuti; una gestione ottimale è possibile. Analisi e proposte” dove il relatore Michele Raspanti del “Forum provinciale per i Beni Comuni” ha potuto fare una disanima completa della tematica. Giacomo Rossi, presidente del FAP e capogruppo di “Partecipa” dice: “Dopo l’interessante incontro informativo che abbiamo organizzato, che tutti possono seguire nella pagina FB di “Partecipa”, ai sensi dell’articolo 20 del “Regolamento del funzionamento del Consiglio Comunale”, abbiamo richiesto un Consiglio comunale monotematico sulla tematica della gestione dei rifiuti. Nello stesso Consiglio, che per legge dovrà tenersi entro 20 giorni, abbiamo richiesto l’intervento informativo di Michele Raspanti del “Forum provinciale per i Beni Comuni”. Inoltre abbiamo richiesto che il Comune inviti a assistere i Sindaci e i Consiglieri comunali dei comuni dell’Unione Montana”. Continua Rossi; “Come vuole la legge, abbiamo allegato alla richiesta di convocazione del Consiglio un atto amministrativo da votare ed in questo caso abbiamo presentato una mozione da discutere dove il Comune richieda al gestore di attuare la raccolta differenziata “Porta a porta”, l’unica, dati alla mano, che può abbassare i costi per i cittadini e migliorare la qualità ambientale”. Aggiunge Rossi; “Se il servizio “Porta a porta” da una parte costerebbe di più al Comune, da una parte invece riuscirebbe a portarci alla soglia del 65% richiesta dalla legge, per il cui non raggiungimento, il nostro Comune paga ben 14.000 euro di “ecotassa” che inevitabilmente ricade sui cittadini. Inoltre una differenziata “Porta a porta” fatta bene, aumenterebbe la quantità e la qualità dei materiali conferiti, aumentando così i proventi Conai. Nella stessa mozione poi, abbiamo anche invitato il Comune a promuovere centri di recupero materiali che potrebbero contribuire anch’essi a diminuire alcuni costi”. Conclude Rossi; “Dati alla mano, la nostra proposta potrebbe far risparmiare soldi ai cittadini e migliorare la nostra qualità ambientale. Mi auguro che l’Amministrazione possa cogliere al volo questa nostra proposta che eventualmente potrà dispiacere nel complesso solo al gestore. Speriamo che il Sindaco preferisca fare gli interessi dei cittadini”.

Quest’articolo è stato letto 8 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *