la seconda edizione degli Stati Generali della Mobilità Nuova

forbiciDal 10 al 12 aprile si è svolta a Bologna, presso Palazzo d’Accursio, la seconda edizione degli Stati Generali della Mobilità Nuova, alla quale ha partecipato l’associazione fanese For-Bici FIAB con due suoi rappresentanti e precisamente Stefano Sorcinelli ed Umberto Bernasconi, rispettivamente segretario ed ex presidente dell’associazione.
L’obiettivo del convegno è stato quello di individuare le priorità da inserire nella Carta di Bologna per la Mobilità Nuova, che dovrebbero trovare risposte nel piano nazionale del Governo per la mobilità urbana, basato su un programma di medie e piccole opere diffuse in favore di pedoni, ciclisti e trasporto pubblico.
Tre giorni di discussione che hanno coinvolto oltre 500 fra cittadini, tecnici, associazioni, imprese, amministratori locali e nazionali, tra cui il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ed il vice ministro ai Trasporti e alle Infrastrutture Riccardo Nencini alla presenza naturalmente del sindaco del Comune di Bologna Virginio Merola che ha ufficialmente aperto il convegno.
Dalla Carta di Bologna per la Mobilità Nuova, documento programmatico che sarà presentato al più presto al ministro per le Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio, dai cinque tavoli di lavoro (città, spazio pubblico, sicurezza, infanzia e turismo) degli Stati Generali sono emerse le seguenti priorità: fissare a livello nazionale target di mobilità che obblighino i Comuni a portare sotto il 50% la quota di spostamenti individuali in auto all’interno del proprio territorio; cambiare il Codice della strada introducendo il limite dei 30 km orari nei centri urbani; vincolare alla realizzazione di opere per il trasporto pubblico locale, pendolare e non motorizzato almeno il 50% della spesa nazionale e regionale destinata alle infrastrutture per la mobilità; prevedere incentivi di natura fiscale per le aziende che promuovono l’utilizzo dei mezzi pubblici o della bicicletta per gli spostamenti casa lavoro; adottare il sistema ISA (Intelligent Speed Adaption) come standard di sicurezza per il controllo e la limitazione della velocità delle automobili.
Da segnalare che fu proprio l’attuale ministro Delrio, allora sindaco di Reggio Emilia, ad aprire il primo convegno degli Stati Generali della Mobilità Nuova nel 2012 e che il prossimo convegno si terrà nel 2016 a Torino.

Quest’articolo è stato letto 6 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *