Un agricoltore speciale: compie 109 anni il cav. Dante Parlani di Chi Mafucci

Un fattore vecchio stile in grado di gestire oltre 100 tenute, private e dello Stato, nei suoi 50 anni di lavoro senza sosta. Gli auguri dell’assessore all’agricoltura, Fernanda Cecchini: “Uomo di classe e maestro senza pari

Con 24 ore d’anticipo l’assessore regionale all’agricoltura, Fernanda Cecchini, ha fatto gli auguri ad un agricoltore umbro molto speciale: si tratta di Dante Parlani di Città di Castello che farà 109 anni.“Un record di longevità – sottolinea l’assessore – ma Dante Parlani, nato nel comune marchigiano di  Apecchio e poi trasferitosi a Città di Castello, può vantare un record anche per la sua attività professionale di fattore: dal 1933 al 1983, ha amministrato ben 110 tenute appartenenti a proprietari privati ed enti statali, perfino di dimensioni superiori ai mille ettari di superficie, nell’Alta Valle del  Tevere. Durante questo mezzo secolo di intenso lavoro, ha messo a disposizione le sue conoscenze e il suo buon amministrare al  servizio di un comparto quale l’agricoltura che nelle nostre terre ha garantito occupazione e contribuito allo sviluppo dell’economia”.La sua attività gli ha valso non solo fama, ma soprattutto profonda stima e apprezzamento sia dai proprietari dei poderi sia dai contadini,  oltre a premi e riconoscimenti quali quelli ottenuti dal Ministero dell’Agricoltura per aver contribuito a incrementare la  produttività agraria, e dalle Fattorie Autonome Tabacchi di Città di Castello, per aver favorito lo sviluppo della tabacchicoltura in Altotevere.

Un agricoltore speciale: compie 109 anni il fattore dei tabacchi made in Umbria
“Il cavalier Parlani – dice ancora l’assessore Cecchini – ci insegna che il futuro dell’agricoltura non risiede solo nell’applicazione delle buone pratiche e nell’impiego delle migliori tecnologie, ma anche nel piano economico e finanziario dell’azienda: per innovarsi e crescere, infatti, non si può prescindere dall’avere i conti in ordine”.

Dante Parlani_1-2

Quest’articolo è stato letto 28 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *