Programma Horizon 2020 dell’UE

Horizon-2020Bando Horizon2020 SME Instrument

Il programma Horizon 2020 dell’UE prevede per le PMI uno strumento innovativo: lo SME Instrument.

Lo SME Inst rappresenta un’occasione di notevole interesse per le imprese per lo sviluppo di un’idea o un concetto innovativo in grado di competere a livello europeo, in quanto copre l’intero ciclo di innovazione

Rispetto ai pregressi schemi di finanziamento dedicati alle PMI nell’ambito delle precedenti programmazioni, lo SME Inst richiede alle imprese interessate un atteggiamento più competitivo e business-oriented, contribuendo a portare l’idea sul mercato attraverso le tre fasi di cui è composto.

Il budget totale messo a disposizione è di 251 mln di euro per il 2014 e di 264 mln di euro nel 2015.

Le PMI possono partecipare sia singolarmente che più aziende partner (è consigliabile partecipare in gruppo) e possono scegliere a quale fase accedere, non essendoci alcun obbligo di coprirle tutte in modo sequenziale.

 

Le tre fasi dello SME Inst sono:

 

Fase 1: Idea/Concept e studio di fattibilità – E’ previsto un contributo a fondo perduto pari al 70% dei costi diretti e fino ad un massimo di 50.000,00 euro – La durata è di 6 mesi.

 

Fase 2: Attività di innovazione (con dimostrazione, sperimentazione, prototipazione, linee pilota, studi di scale-up, miniaturizzazione, design, verifica delle performance e market-replication) – E’ previsto un contributo a fondo perduto pari al 70% dei costi diretti e al 25% dei costi indiretti per importi variabili tra 500.000 euro e 2,5 mln di euro, contributi riconoscibili a rendicontazione degli stati di avanzamento lavori – La durata è di 12-24 mesi.

 

Fase 3: Commercializzazione/Finanziamento/Attuazione. Questa fase non prevede finanziamenti diretti, ma le PMI possono beneficiare di misure di sostegno indiretto, così come dell’accesso ai servizi finanziari sostenuti nell’ambito di Horizon 2020.

 

Lo SME Inst consente di presentare le proposte per la Fase 1 e la Fase 2 in più scadenze nel corso dell’anno 2014 (dead line 17/12/2014), mediante un servizio di open call.

 

Per la Fase 1 le PMI possono presentare un progetto innovativo relativo ad uno dei seguenti settori:

 

Crescita sostenibile legata alle attività marittime

Spazio

Open Disruptive Innovation

Nanotecnologie, materiali avanzati o tecnologie avanzate per i processi e il manifatturiero

Validazione clinica di biomarkers e/o strumenti medici diagnostici

Produzione e lavorazione del cibo efficiente dal punto di vista delle risorse ed eco-innovativa

Energie pulite

Trasporti

Eco-innovazione e fornitura sostenibile di materie prime

Applicazioni mobile innovative per l’e-government

Innovazione dei business models delle PMI

Protezione degli obiettivi urbani sensibili e delle infrastrutture urbane critiche

Processi industriali basati sulle biotecnologie

 

Fondamentale per la Fase 1 è la redazione di un business plan che contenga soprattutto analisi di mercato e studi di commercializzazione dettagliati, oltre a dimostrare il potenziale commerciale dell’idea proposta. Le PMI possono subcontrattare alcune attività a fornitori terzi come università ed istituti di ricerca.

 

I formulari per la proposta Fase 1 si potranno inviare a partire dal 1 marzo (fino al 17/12/2014).

 

 

 

Per la Fase 2 le PMI possono presentare un progetto innovativo relativo ad uno dei seguenti settori:

 

Ecoinnovazione e fornitura di materie prime

Spazio

Crescita sostenibile legata alle attività marittime

Open disruptive innovation

Trasporti

Energia pulita

Nanotecnologie, materiali avanzati o tecnologie avanzate per I processi e il manifatturiero;

Protezione degli obiettivi urbani sensibili e delle infrastrutture urbane critiche

Validazione clinica di biomarkers e/o strumenti medici diagnostici

Processi industriali basati sulle biotecnologie

 

I criteri di valutazione dei progetti innovativi saranno soprattutto Eccellenza, Impatto, Qualità ed Efficienza nell’implementazione.

 

 

 

PER INFORMAZIONI, CHIARIMENTI E COLLABORAZIONI:

 

segreteria@assform.it

Quest’articolo è stato letto 0 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *