Giacomo Rossi (FAP) denuncia una discarica in cima al Monte Nerone

Azione Popolare logoIl presidente del “Fronte di Azione Popolare Pesaro-Urbino” nonchè primo candidato sindaco del Comune di Apecchio per le amministrative di maggio, denuncia una discarica in cima al Monte Nerone. Dice Giacomo Rossi; “In cima al Monte Nerone, nei pressi della grotta dove fu condotto il famoso esperimento di Montalbini, giace una vera e propria discarica di materiali abbandonati. Materiali di tutti i tipi ed anche pericolosi. Anche dentro la grotta vi sono rifiuti di ogni genere. Tutto questo a pochi passi dal famoso sentiero che porta alla “Balza forata”. Possibile che nessuno se ne sia accorto prima? Chi sono i responsabili di questo scempio? Questa è la dimostrazione tangibile del poco presidio del territorio, un territorio di cui ci si riempe sempre e solo la bocca. Proprio sabato, i tre comuni del Nerone, Apecchio, Piobbico e Cagli hanno inaugurato il “Geosito del Nerone”…Mi chiedo; questa discarica di superficie e sotterranea, l’hanno “mappata”? ….Dove sono i finti ambientalisti che se la prendono se un contadino taglia un ramo? Aspettiamo che i colpevoli siano puniti e che la situazione sia ripristinata al più presto”.

Quest’articolo è stato letto 37 volte.

7 thoughts on “Giacomo Rossi (FAP) denuncia una discarica in cima al Monte Nerone

  1. Giacomo Rossi, sei un populista da 4 soldi.
    Sei bravo a denunciare il fatto, poi ti perdi accusando gli ambientalisti.
    Ti chiedi dove sono finiti… ma perchè sono pagati per questo? Ci sono altri che lo sono per questo. Anche io sono un ambientalista, io faccio la mia parte comportandomi nel rispetto dell’ambiente e sostenendo i politici che fanno altrettanto.
    Non voto certo i qualunquisti come te.

  2. certo visto che accusi gli ambientalisti come se fosse loro l’esclusivo compito di risolvere tali problemi.
    Il problema è che tu vorresti mostrarti come persona sensibile ai problemi ambientali, ma temi di essere catalogato come un “verde” e hai paura di perdere i voti di tutti i quelli che odiano gli ambientalisti e che in questa “valle di lacrime” non sono pochi.
    Sei vuoi vincere cambia strategia.

  3. Io ho citato “i finti ambientalisti”…se ti senti chiamato in causa non è colpa mia! Riguardo ai film che ti fai non entro nel merito. Ti aspetto stasera in Teatro!

    Ciao!
    Giacomo

  4. visto che sei molto attento ai problemi dell ambiente come mai il comune ha dato il permesso di costruire un enorme ripetitore a colombara di apecchio senza tutelare per niente la salute dei cittadini?questi sono i grossi problemi che andrebbero risolti e spero che tu sarai dalla parte della salute dei tuoi paesani ciao

  5. Ciao a tutti

    Ho sentito parlare dell’ intervento di Giacomo della questione “pattume sul monte” ed essendo io indubitabilmente un ambientalista ( anzi, “l’ambientalista”), ho deciso di dare uno sguardo su “Apecchio.net”. Ma non capisco di che trattasi. Sono stato alla Grotta di Nerone prima dell’inverno (con un gruppo) e non c’era nulla. Quella specie di disco volante di metallo che fungeva da base è stato rimosso negli anni novanta e adibito a ricovero per le galline, finchè Domenico Rossi non lo ha ripulito e posto nel suo parco zoo, a Piobbico. Altri rottami erano stati rimossi nello stesso periodo, anche in seguito a segnalazioni mie e di associazioni varie.

    Se Giacono ha trovato dei rifiuti, e non ne dubito, o sono molto recenti o sono sufficinetemente lontani dall’imbocco della grotta da non essere scorti. Puoi essere più specifico Giacomo, per favore? Nel caso, può essere utile un tuo intervento ( e di chiunque) presso la guardie ecologiche volontarie, la polizia provinciale o il corpo forestale.

    La rimozione di eventuali materiali residui e di rifiuti dal luogo di cui sopra, comunque, riguarda chi ce li ha messi e, in subordine,la proprietà del sito e infine il Comune di Piobbico.

    Per chiarire il mio pensiero, comunque, ritengo che queste siano questioni che, per quanto importanti (specie sul piano delle ricadute negative sul turismo)e degne di stigmatizzazione, siano subordinate a problemi più gravi e generalizzati che interessano il nostro territorio e che condizionano il nostro presente e il nostro futuro. Questioni che, credo, conosciamo tutti.

    buona giornata

    Aldo Cucchiarini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *