Rifiuti Zero, modello culturale e di gestione dei rifiuti

2991236_5266840172_vbig“Zero/sessantesimi: quello che potrebbe sembrare un voto è in realtà la fotografia dell’attenzione che i Sindaci della provincia riservano a cittadine e cittadini, associazioni e comitati che chiedono la Strategia Rifiuti Zero” così dicono dal coordinamento provinciale Rifiuti Zero, una “strategia da usare non solo come semplice metodo di gestione dei rifiuti ma come modello culturale, insieme ad un secco rifiuto alla nuova discarica a Ca’ Lucio di Urbino”.”Ai Sindaci sono state fatte queste due precise richieste a metà settembre e finora nemmeno una risposta è pervenuta, anche a fronte di esplicito invito a rispondere. È stato ricordato un dato ai nostri amministratori: anche smettessimo totalmente di fare la raccolta differenziata che si sta facendo ora, la capacità residua delle discariche funzionanti in provincia ci darebbe un’autonomia di 12 anni circa! Perché allora perseguire lo logica dello smaltimento in discarica con la costruzione di un mostro a Ca’ Lucio? Quali logiche si stanno attuando? Ai Sindaci è stato scritto chiaramente: attuare la Strategia Rifiuti Zero non solo risolverebbe i problemi della gestione dei rifiuti e dell’inquinamento, ma porterebbe alla creazione di nuovi posti di lavoro e darebbe il via ad un vero e proprio cambio culturale: cosa stiamo aspettando?”.
2991236_5266840172_vbig

Quest’articolo è stato letto 7 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *