Almanacco del giorno 18 ottobre

18 Ottobre 2013

è ’ il 290° giorno dall’inizio dell’anno 2013.  Mancano 74 giorni per la fine del 2013

Il proverbio del giorno
Per San Luca mollo o asciutto finisci la semente e avrai frutto

La LUNA – Leva: 18:03, Cala: 6:46 – Luna piena

ora solare
Percorso del sole - grafico polare azimut elevazione

Si Festeggia

 

San Luca

Nome: San Luca
Titolo: EvangelistaRicorrenza: 18 ottobre

San Luca
Il terzo Evangelista non era ebreo, né di razza né di religione. Dopo Matteo, ebreo, e che per gli Ebrei scrisse; dopo Marco, nato a Gerusalemme e che scrisse soprattutto per i Gentili, Greci e Romani, il terzo Evangelista, San Luca, fu greco di origine e pagano di religione.

Era di Antiochia, in Siria, metropoli dell’Oriente greco. Uomo colto, con inclinazioni artistiche e gusto letterario, era medico di professione. Quando si convertì, Gesù non viveva più sulla terra. Egli perciò non lo conobbe, non udì la sua voce, non vide il suo volto, come Matteo, il pubblicano, e Giovanni, il “discepolo prediletto”, e forse anche Marco.

Il medico di Antiochia, divenuto affettuoso compagno dei discepoli e delle Pie donne, amico di Paolo, volle così narrare per la terza volta, dopo Matteo e Marco, la vita di Gesù. che egli non aveva conosciuto. Per far ciò, ricordò i racconti dei discepoli, le narrazioni delle donne, raccolse tracce e testimonianze, vagliò documenti e ricercò le tradizioni orali.
Verso l’anno 62, trascrisse il risultato dell’appassionato e ispirato lavoro, nel suo bel greco a volte quasi classico, a volte pittoresco, all’uso orientale; ma sempre preciso e poetico. La sua Buona Novella era rivolta ai Gentili, come lui, e ai pagani, com’egli era stato, ed era una novella consolante, messaggio di salvezza, di misericordia, d’universale concordia.

Egli non si preoccupò, come Matteo, che scriveva per gli Ebrei, di mostrare che in Gesù si avveravano le parole dei Padri e dei Profeti della Bibbia; non mise l’accento sulla potenza sovrumana di Gesù come aveva fatto Marco per far colpo sui lettori pagani. Nelle pagine di Luca la Redenzione non era più un fatto nazionale o razziale, ma veniva esaltata nel suo valore universale, in una unione di popoli, non ideale, ma già in atto, come testimoniava lo stesso San Luca, greco di nascita e pagano convertito.

“Scriba della mansuetudine di Cristo,” lo dirà Dante. E la mansuetudine di Gesù espressa nelle pagine di Luca è un’offerta di amore e di dolcezza, di pace e anche di gioia. E il simbolo dell’Evangelista è un bue, mite e pacifico, che si solleva sulla doppia ala della fede e della poesia.

Ma Luca è soprattutto l’Evangelista dell’infanzia di Gesù e il biografo della Madonna. Il suo Evangelo, ordinato con rigorosa cronologia, degna di uno scienziato, composto con armonia ed eleganza, degne di un artista, ha inizio infatti con l’annunciazione e la concezione non di Gesù, ma, sei mesi prima, del precursore di Cristo, Giovanni detto il Battista.

Da Luca sappiamo così tutti i dolci particolari della Visitazione. della Annunciazione e della Natività nel presepe; dell’Adorazione dei Magi e della Presentazione al Tempio. Vediamo il virgulto della radice di David “crescere in sapienza in statura e in grazia” nella casa del falegname di Nazareth.

E in San Luca troviamo anche i più frequenti e più affettuosi accenni alla Madonna, la cui silenziosa presenza si avverte in ogni episodio evangelico. Si pensa perciò che San Luca abbia conosciuto la Madonna ancora viva, e da lei abbia ascoltato i particolari più intimi e più dolci dell’infanzia e della •vita di Gesù. E il ricordo della Madre, par che sia sempre davanti ai suoi occhi, mentre scrive la vita del Figlio, o racconta le parabole più belle, come quella del Figliuol Prodigo o gli episodi più suggestivi, come quello dei discepoli di Emmaus.

Dopo aver scritto gli Atti degli Apostoli, cioè la luminosa cronaca dei primi anni della Chiesa, dopo l’Ascensione e la Pentecoste; dopo aver accompagnato San Paolo nei viaggi; dopo essere stato a Roma, anche San Luca mori martire, ma non si sa dove né come. Chi disse in Tebaide, chi in Acaia, chi in Beozia, chi in Bitinia; chi, semplicemente, “in Oriente”.

La tradizione fa di San Luca non solo il protettore dei medici, accanto ai Santi Cosimo e Damiano, ma anche il Patrono dei pittori, e pittore egli stesso. Pittore della Madonna, di cui in molti luoghi si venerano antiche immagini che la leggenda dice dipinte dal pennello dell’Evangelista.

E San Luca è stato veramente pittore della Madonna e del suo_ divin Figlio, non però col pennello, ma con la penna delicata e sensibile, delineandoli con quella affettuosa tenerezza che fa apparire Gesù come nostro sublime fratello, e la Madonna come nostra dolcissima madre.

Nati oggi

1909 – Norberto Bobbio (103 anni fa): Torinese doc, è stato una delle menti più illuminate dell’Italia novecentesca. La sua attività di storico e filosofo rappresenta un elemento cardine per lo studio della storiografia.

1960 – Jean Claude Van Damme (52 anni fa): Tra i grandi del genere “arti marziali”, Jean-Claude Camille François Van Varenberg, in arte Van Damme, è nato a Berchem-Sainte-Agathe, in Belgio.

1987 – Zac Efron (25 anni fa): Osannato da milioni di adolescenti, Zachary David Alexander Efron è nato a San Luis Obispo, in California, ed è famoso come attore, cantante e ballerino.

Accadde oggi
1886 – Pubblicato il libro Cuore (126 anni fa): Per la casa editrice Treves, in questa data, venne pubblicato a Torino il romanzo Cuore di Edmondo De Amicis, scrittore già apprezzato per racconti, inchieste giornalistiche
1922:viene fondata la British Broadcasting Corporation (BBC), la più grande società radiotelevisiva del Regno Unito. È ritenuta uno dei più autorevoli operatori radiotelevisivi del mondo, anche in ragione delle rigorose modalità di produzione dei dati giornalistici che l’hanno resa un punto di riferimento per la categoria.1922:viene fondata la British Broadcasting Corporation (BBC), la più grande società radiotelevisiva del Regno Unito. È ritenuta uno dei più autorevoli operatori radiotelevisivi del mondo, anche in ragione delle rigorose modalità di produzione dei dati giornalistici che l’hanno resa un punto di riferimento per la categoria.: la Commissione Europea2006 istituisce la Giornata europea contro la tratta degli esseri umani.

Riccardo apecchio.net

 

Quest’articolo è stato letto 7 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *