Almanacco del giorno 8 Settembre

8 Settembre 2013

è ’ il 251° giorno dall’inizio dell’anno 2013.  Mancano 116 giorni per la fine del 2013

Proverbio del giorno

Tinca di maggio e luccio di settembre

La

LUNA – Leva: 9:49, Cala: 20:51 – Luna crescente

punti importanti del percorso giornaliero del sole

Informazioni valide per la località apecchio (43.346354 N, 12.25426 E, 493 m), giorno 8

orario (UTC+2) elevazione (°) azimut (°)
alba astronomica 4.58 -18.7
CREPUSCOLO MATTUTINO
alba nautica 5.35 -12.7
alba civile 6.09 -6.7
alba ufficiale
6.38
-1.5 80.6
GIORNO
transito
13.08
52.3 180
tramonto ufficiale
19.37
-1.5 279.1
tramonto civile 20.07 -6.7
CREPUSCOLO SERALE
tramonto nautico 20.42 -12.7
tramonto astronomico 21.18 -18.7
durata del giorno 12.59
– radiazione solare sul piano orizzontale –
diretta diffusa totale
intensità massima teorica* (W/mq) 920 121 1041
*cielo sereno e torbidità atmosf. effettiva
Elevazione riferita al piano orizzontale passante per la quota specificata (493 m). Azimut misurato in senso orario a partire dal nord geografico. Entrambe espressi in gradi sessagesimali.

Si festeggia

Natività della Beata Vergine Maria

8 settembre

Nella data odierna le chiese d’Oriente e d’Occidente celebrano la nascita di Maria, la madre del Signore. La fonte prima che racconta l’evento è il cosiddetto Protovangelo di Giacomo secondo il quale Maria nacque a Gerusalemme nella casa di Gioacchino ed Anna. Qui nel IV secolo venne edificata la basilica di sant’Anna e nel giorno della sua dedicazione veniva celebrata la natività della Madre di Dio. La festa si estese poi a Costantinopoli e fu introdotta in occidente da Sergio I, un papa di origine siriana. «Quelli che Dio da sempre ha conosciuto, li ha anche predestinati»: Dante sembra quasi parafrasare il versetto di san Paolo quando definisce Maria «termine fisso d’eterno consiglio».
Dall’eternità, Il Padre opera per la preparazione della Tuttasanta, di Colei che doveva divenire la madre del Figlio suo, il tempio dello Spirito Santo. La geneaologia di Gesù proposta dal Vangelo di Matteo culmina nell’espressione «Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù chiamato Cristo». Con Maria, dunque, è venuta l’ora del Davide definitivo, della instaurazione piena del regno di Dio. Con la sua nascita inoltre prende forma il grembo offerto dall’umanità a Dio perché si compia l’incarnazione del Verbo nella storia degli uomini. Maria bambina infine è anche immagine dell’umanità nuova, quella da cui il Figlio suo toglierà il cuore di pietra per donarle un cuore di carne che accolga in docilità i precetti di Dio.

Onorando la natività della Madre di Dio si va al vero significato e il fine di questo evento che è l’incarnazione del Verbo. Infatti Maria nasce, viene allattata e cresciuta per essere la Madre del Re dei secoli, di Dio”. E’ questo del resto il motivo per cui di Maria soltanto (oltre che di S. Giovanni Battista e naturalmente di Cristo) non si festeggia unicamente la ” nascita al cielo “, come avviene per gli altri santi, ma anche la venuta in questo mondo. In realtà, il meraviglioso di questa nascita non è in ciò che narrano con dovizia di particolari e con ingenuità gli apocrifi, ma piuttosto nel significativo passo innanzi che Dio fa nell’attuazione del suo eterno disegno d’amore. Per questo la festa odierna è stata celebrata con lodi magnifiche da molti santi Padri, che hanno attinto alla loro conoscenza della Bibbia e alla loro sensibilità e ardore poetico. Leggiamo qualche espressione del secondo Sermone sulla Natività di Maria di S. Pier Damiani: “Dio onnipotente, prima che l’uomo cadesse, previde la sua caduta e decise, prima dei secoli, l’umana redenzione. Decise dunque di incarnarsi in Maria”.
“Oggi è il giorno in cui Dio comincia a mettere in pratica il suo piano eterno, poiché era necessario che si costruisse la casa, prima che il Re scendesse ad abitarla. Casa bella, poiché, se la Sapienza si costruì una casa con sette colonne lavorate, questo palazzo di Maria poggia sui sette doni dello Spirito Santo. Salomone celebrò in modo solennissimo l’inaugurazione di un tempio di pietra. Come celebreremo la nascita di Maria, tempio del Verbo incarnato? In quel giorno la gloria di Dio scese sul tempio di Gerusalemme sotto forma di nube, che lo oscurò. Il Signore che fa brillare il sole nei cieli, per la sua dimora tra noi ha scelto l’oscurità (1 Re 8,10-12), disse Salomone nella sua orazione a Dio. Questo nuovo tempio si vedrà riempito dallo stesso Dio, che viene per essere la luce delle genti.
“Alle tenebre del gentilesimo e alla mancanza di fede dei Giudei, rappresentate dal tempio di Salomone, succede il giorno luminoso nel tempio di Maria. E’ giusto, dunque, cantare questo giorno e Colei che nasce in esso”.

Nati oggi

1937 – Virna Lisi (76 anni fa): Tra le attrici più affascinanti del cinema italiano, nasce ad Ancona ma vive per molto a Jesi, prima di trasferirsi a Roma con la sua famiglia.
1925 – Peter Sellers (88 anni fa): Nato a Southsea, in Inghilterra, come Richard Henry “Peter” Sellers, è considerato il più grande attore comico britannico,
1968 – Roberto Di Donna (45 anni fa): Nato a Roma, ex tiratore italiano. Ha partecipato a quattro Olimpiadi ma solo in quelle di Atlanta 1996 è salito sul podio, vincendo l’oro nella pistola aria compressa

accadde oggi

1930 – Lo scotch entra in commercio (83 anni fa): Dagli stabilimenti della 3M, azienda di St. Paul (Minnesota) specializzata in articoli da imballaggio, entra in commercio il primo nastro adesivo in cellophane sensibile alla pressione
1966 – Primo episodio di Star Trek (47 anni fa): «Giornale di bordo del Capitano, data astrale 1312.4. L’impossibile è successo. Abbiamo raccolto un segnale d’emergenza, il messaggio di pericolo di una navicella scomparsa oltre due secoli fa
1636: a Cambridge, in Massachusetts viene fondato il College di Harvard, università privata di grande notorietà e il più antico ateneo degli Stati Uniti d’America.

 

Quest’articolo è stato letto 3 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *