una settimana da record

Questa settimana apecchio.net ha registrato un numero di visite di tutto rispetto, arrivando a 1100 visite giornaliere e sfiorando i 500  visitatori singoli in un solo giorno.
Colgo l’occasione per ringraziare tutti i visitors che puntualmente ci seguono e ai collaboratori che con tanto impegno e costanza contribuiscono a portare avanti l’attività di questo portale.

Quest’articolo è stato letto 4 volte.

10 thoughts on “una settimana da record

  1. Bene e bello!
    Secondo me è arrivato il momento di togliere l’anonimato.
    Le visite ci saranno sempre, diminuiranno sicuramente i commenti ma aumenterà l’importanza del sito e potrebbe diventare fonte di guadagno per te.
    Immagina un’azienda che lateralmente si fa promuovere con un banner a pagamento e contemporaneamente tra noi per un semplice argomento di sputtaniamo solo perchè in anonimato… non è giusto, bello e producente ne per l’azienda (che potrebbe non pagare), ne per noi e ne per il paese stesso.
    Questo è il mio semplice pensiero da Apecchiese!
    Alocimo

  2. Purtroppo in Apecchio anche l anonimato serve visto i risultati di come viene trattato chi dice la sua firmandosi!Penso che quando uno scrive vada visto piu il contenuto che la firma!Esempio quando leggi il giornale ti limiti spesso a guardare l articolo ma non chi lo scrive!Se il voto non fosse segreto leveresti a una grossa percentuale di cittadini di esprimersi!

  3. “Anonimo” il tuo concetto non è male e condivido che quando leggo un giornale, leggo la notizia e non la firma (anche se chi scrive spesso lo si conosce), condivido che il contenuto è la sostanza di tutto… ma credo che un “filtro”, un “limite” ci debba essere.
    Non è possibile darci dei testa di C_ _ _ _ così gratuitamente solo perchè tanto non si vede chi siamo.
    Se si vuole insultare una persona, se non si condivide quello che fa e così via… bisogna avere il coraggio di identificarsi.
    Qui sta funzionando come l’SMS… è facile con lui dire ad una donna se te la dà… 🙂
    Alocimo

  4. Dimenticavo…
    Quello che voglio dire io è che un conto è offendere, un conto è discutere e un conto è esprimere il proprio pensiero su una cosa. Ci sono modi educati di dire le cose e giustamente il pensiero proprio deve essere permesso di esprimerlo.
    Ma sottolineo anche che bisogna avere il coraggio di dire le cose firmandosi altrimenti non hanno valore.
    Alocimo

  5. Il mio anonimato e sempre in modo educato!Comunque cimo permettimi un consiglio se chiedi a una di dartela non firmarti se vuoi qualche speranze!

  6. lo scegliere se firmarsi o meno è una forma di libertà, toglierlo è una forma di censura. chi insulta con l’anonimato è un coglione,togliere l’anonimato non eviterà a questi coglioni di esserlo comunque.

  7. Sono in parte d’accordo con l’anonimo e con l’antenato. Non consentire di scrivere in maniera anonima su un blog può configurarsi come una forma di limitazione della libertà di espressione. Molti non esprimerebbero più la propria opinione , la propria idea in relazione ad un avvenimento, un fatto qualsiasi, magari per timore di ritorsioni di varia natura, o più semplicemente per semplice pudore. Andrebbero piuttosto studiati e posti in essere dei filtri che consentirebbero agli “editori” di eliminare i commenti contenenti frasi o parole ingiuriose. Si… facile a dirsi, ma chi può decidere se una frase può ritenersi ingiuriosa o offensiva, quando la stessa non contiene parolacce o volgarità, ma esprime concetti o idee che possono dare fastidio a qualcuno. E’ estremamente difficile stabilire il confine…, c’è il rischio piuttosto di sconfinare nella censura. E’ anche vero però , come la recente cronaca ha evidenziato, che quello che si scrive in un blog può avere effetti devastanti per alcuni soggetti, vittime di attacchi che annientano la personalita’ di individui evidentemente più deboli, almeno in determinate situazioni o momenti. Quindi, a parziale sostegno delle argomentazoini di Cimino, qualcosa andrebbe fatto per una maggiore trasparenza. L’argomento è vasto e spinoso, di difficile soluzione. A seconda dei punti di vista, tutti possono avere le propire valide ragioni a supporto o meno dell’anonimato. Saluti a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *