L’AMMINISTRAZIONE RISPONDE a Matteo Ottaviani

VENDESI AFFITTASI di Matteo Ottaviani

Con Matteo l’Amministrazione concorda circa il calo demografico che all’incirca negli ultimi 60 anni è stato di 3.000 unità ma è doveroso altrettanto segnalarti che NEGLI ULTIMI 20 ANNI, tenuto debito conto dei morti, dei nati, degli immigrati e degli emigrati si sono persi dei 3.000 solo circa 250 cittadini corrispondenti ad un calo demografico pari mediamente a circa lo 0,6 – 0,7% ogni anno, percentuale che dimostra, nel periodo in considerazione, una buona tenuta demografica.

CONSENTICI DI DIRTI CHE SE TUTTI AVESSERO FATTO COME TE LA POPOLAZIONE CHIARAMENTE SAREBBE SOLO DIMINUITA.

Contrariamente invece a quello che sostieni in merito le azioni economiche e politiche intraprese nel nostro territorio noi sosteniamo che sono quelle che hanno rallentato il calo demografico a partire dalla intelligente realizzazione, da parte degli amministratori di allora, della zona artigianale.

E’ facile comprendere che la posizione decentrata del nostro paese e la pessima viabilità che ci raccorda con i grossi centri è una enorme difficoltà che ostacola gli insediamenti produttivi.

Pertanto contrariamente a quanto affermato nell’articolo che ci riguarda è giusto evidenziare che a parte la GRAVE perdita del maglificio Faglioni, a seguito di una crisi internazionale che ha riguardato consistentemente il settore della maglieria negli ultimi 15 anni in aggiunta a quelle già esistenti: Fonderie Marchigiane, COMAP, Eltek etc. sono sorte in Apecchio e sono ancora attive le seguenti ditte: Free Stiro, l’AR, le birre artigianali delle Tenute Collesi e sempre dello stesso una valida grapperia, il birrificio dell’Amarcord, l’eccellente rivitalizzazione dello Stabilimento della Val di Meti, le molte imprese edili esistenti, alcune di queste purtroppo in difficoltà per la grave crisi internazionale nonché tutte le altre ditte artigianali minori che comunque creano economia ed occupazione ……….. Il Sindaco ci tiene a sottolineare che in Apecchio già da oltre 15 anni è sorta la M.E.M. che per lo stesso periodo ha dato lavoro tra interni ed esterni a 12 persone ed attualmente ce ne lavorano 9 e questo è motivo di soddisfazioni per lo stesso in quanto una M è relativa al proprio figlio.

Ad ulteriore dimostrazione che l’economia locale è comunque ancora solida è opportuno evidenziare che alla Banca delle Marche si è aggiunta nel 2009 la Banca di Credito Cooperativo e dopo 12 anni di interessamento possiamo vantare un ufficio postale piccolo ma tra i più moderni dell’intera provincia.

Per quanto riguarda l’azione amministrativa segnaliamo:

– siamo all’avanguardia per quanto riguarda la COPERTURA DEI CELLULARI, l’ADSL, l’UMTS, la WIRELESS, i LED e le RINNOVABILI:

 

– per i LED SIAMO IL 2° COMUNE A LIVELLO NAZIONALE ad averli utilizzati per la pubblica illuminazione e ciò ci ha consentito di ottenere un premio dall’Unione Europea di 124.391,13 euro, di metterci a norma con le disposizioni della stessa ed abbassare in maniera consistente i costi;

 

– per le RINNOVABILI SIAMO IL 3° COMUNE SU 239 DELLA REGIONE MARCHE ad aver realizzato un proprio parco fotovoltaico nonché coperto il tetto della palestra comunale, della struttura polivalente, del capannone comunale e della scuola di Serravalle di Carda. Il risultato è estremamente positivo in quanto attualmente l’Amministrazione beneficia di un utile di circa 110/120.000,00 euro ogni anno E TRA 13 ANNI, CON IL CESSARE DELLE RATE DEL LEASING E DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI, CI SARÀ UN UTILE DI CIRCA 550.000,00 EURO.

 

QUESTO CONSENTIRÀ A CHI AMMINISTRERÀ DI RIDURRE A ZERO L’ADDIZIONALE IRPEF E RIDURRE SENSIBILMENTE I COSTI SIA DELL’IMU 1^ CASA CHE DI QUELLA PER TUTTO CIÒ CHE NON È 1^ CASA;

 

– SIAMO INOLTRE IL 3° COMUNE DELLA REGIONE MARCHE ad essere stati autorizzati a realizzare un parco eolico di cinque torri che realizzato apporterà un ulteriore beneficio all’Amministrazione di circa 110/120.000,00 euro ogni anno.

E’ opportuno evidenziare che il parco in questione oltre apportare benefici economici, particolarmente importanti per tutti i cittadini, permetterà, unitamente agli altri impianti già realizzati delle rinnovabili, di essere in sintonia con quanto previsto dal PROTOCOLLO DI KIOTO nel 1997 E DAL PATTO DEI SINDACI STABILITO DALL’UNIONE EUROPEA nel 2007 al quale abbiamo aderito con delibera del Consiglio Comunale n. 72 del 27 nov. 2010 e che consiste nel dover produrre da parte di ogni Comune il 20% del fabbisogno di energia con le rinnovabili, di aumentare del 20% il livello di efficienza energetica (nel nostro caso l’adozione del LED) ed a ridurre del 20% le proprie emissioni di gas serra nocivi nell’atmosfera.

 

– PER QUANTO RIGUARDA GLI INTERVENTI INFRASTRUTTURALI EFFETTUATI DALL’AMMINISTRAZIONE ci rimane seriamente difficile segnalarli per la notevole quantità di progetti realizzati pertanto confidiamo sulla onestà dei cittadini nel riconoscere la trasformazione avvenuta in ogni angolo del Paese e della frazioni.

SI RIMANE COMUNQUE A DISPOSIZIONE, PER CHI FOSSE INTERESSATO, A FORNIRE L’ELENCO DEGLI STESSI.

 

– NELL’AMBITO DEL TURISMO RURALE (AGRITURISMI, COUNTRY HOUSE, BED & BREAKFAST, CASE VACANZE ETC.) sono stati ottenuti degli ottimi risultati che ci hanno consentito ricevere attestazioni di apprezzamento da vari Enti ed Associazioni per cui ci complimentiamo con l’imprenditoria locale del settore per la loro vivacità e la sinergica collaborazione con l’Amministrazione. Siamo primi sia per il numero di strutture ricettive realizzate, ben 28 (NON ESISTEVANO 20 ANNI OR SONO), sia per l’incremento turistico di qualità. Arrivano turisti in Apecchio da molti paesi europei del nord.

Quest’anno sono arrivati oltre che dall’Olanda, Belgio, Danimarca, Inghilterra e Italia, anche dalla Svezia e dalla Polonia.

Nell’anno 2009 ci sono state 11.615 presenze; nel 2010 ….. n. 12.234; nel 2011 ….. n. 14.877 e nel 2012 …… n. 19.447 con un incremento in percentuale che rasenta il 68%.

 

DOBBIAMO ANCORA IMPEGNARCI PER MIGLIORARE E POTENZIARE OGNI SETTORE PERTANTO VISTO CHE IN APECCHIO C’È NECESSITÀ DI REALIZZARE UNA FALEGNAMERIA E VISTO CHE TU MATTEO SEI UN VALENTE FALEGNAME CERCA DI FARE QUALCHE COSA DI CONCRETO NEL SETTORE.

CRITICARE PER CIÒ CHE È STATO O NON È STATO FATTO È ESTREMAMENTE FACILE COME È FACILE DEMANDARE AGLI ALTRI I COMPITI E GLI ONERI.

 

A te Matteo va fatto comunque un ringraziamento in quanto ci hai stimolato a rendere presente ai cittadini le tante iniziative intraprese e concretizzate da questa amministrazione mai pubblicizzate ed inaugurate per ragioni economiche.

 

Quest’articolo è stato letto 28 volte.

23 thoughts on “L’AMMINISTRAZIONE RISPONDE a Matteo Ottaviani

  1. non ho visto il timbro del comune e la firma del sindaco sui manifesti. è una iniziativa personale? è una cosa ufficiale? vorrei capire.
    inoltre vorrei sapere, visto quello che c’è scritto sui vari “manifesti”, se l’amministrazione paga le spese sostenute dalle varie attività che ha menzionato, altrimenti non ne vedrei il motivo di menzionarle

  2. Sono stati usati dipendenti, sottratti al loro lavoro per attaccare i manifesti.
    I volantini sono a nome dell’amministrazione.

  3. … per i LED SIAMO IL 2° COMUNE A LIVELLO NAZIONALE ad averli utilizzati per la pubblica illuminazione e ciò ci ha consentito di ottenere un premio dall’Unione Europea di 124.391,13 euro, di metterci a norma con le disposizioni della stessa ed abbassare in maniera consistente i costi…

    ILLUMINATE LA CIRCONVALLAZIONE CHE E’ MEGLIO

  4. Con tutto il rispetto ma una risposta del genere non la doveva dare, ha fatto una pessima figura sia lui che chi lo appoggia. Credo che abbiano toccato il fondo con questo. Tanti auguri se vi ripresenterete.

  5. Premesso che di minoranza non c’è neanche la puzza. Se fa questo è perchè c’è futuro non fa minoranza, non propone.
    Avete contribuito a creare il “mostro” e non potete lamentarvi.

  6. è vero non si capisce un bel niente, non si comprende chi parla a favore di chi o contro chi. Si deve essere più chiari, non si possono scrivere cose incomprensibili o senza significato

  7. C’è futuro sveglia e unisciti al PD altrimenti siete spacciati un’altra volta, da soli non andate da nessuna parte. Sta giocando con voi come se niente fosse, solo unendo le due liste potrete mandarlo a casa ! Voi l’avete creato e voi dovrete gestirlo !

  8. Caro pedro ma che stai addì? C’è Futuro dovrebbe unirsi col PD? Ma il sindaco non è del PD?Riprenditi o spara meno cavolate…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *