Maltempo nel fine settimana in particolare domenica 25

Aria di origine atlantiche tenterà , con successo, di scalfire le ultime resistenze sub-tropicali sul Mediterraneo centrale, erodendo gradualmente  la zona anticiclonica  in essere alla quota di 500 hpa. (Fig. 1). Successivamente a causa un rimonta dell’  anticiclone delle Azzorre verso il medio ed alto Atlantico nella giornata di domenica dovremmo assistere ad un perfetta connessione/centralità tra la quota dei 500 hpa e quella 850 hpa (fig. 2 ). Tale convergenza isobarica prevede una saccatura inclinata da WNW verso ESE più segnatamente sulle nostre regioni centro settentrionali di nord est e zone interne del centro,  sezione centro orientale. Analizzato il disegno tra le quote di 300 hpa/500 hpa/850 hpa, si dovrebbe creare una convergenza su: Pianura Padana orientale, Marche ed zone interne del centro (Umbria – Abruzzi).

La situazione , vista la recentissima analisi, ci induce a pensare , vista la quasi perfetta verticalità dei tre flussi, ad una situazione fortemente temporalesca per dette aree. Inoltre vogliamo segnalare che per quasi tutta la prossima settimana vi sarà una situazione termica che al centro ed al nord non prevede temperature over 26/27° C. in pianura nei valori massimi, anzi e localmente sul  settore di nord/nord est nettamente inferiori alla già citata soglia (23/25° C). Le uniche regioni che dovrebbero restare fuori da questa situazione

saranno le nostre aree centro meridionali esclusa probasilmente la Sardegna per correnti tese di maestrale.

Fig. 1 = quota 500 hpa. 4500 metri

Fig. 2 = quota suolo/850 hpa 1450 metri e precitazioni.


Riccardo apecchio.net

Quest’articolo è stato letto 1 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *