Onda di calore alle porte aggiornamento Odierno 23 luglio

Osservando la quota di 500 hpa  si notano valori di geopotenziali molto elevati, relativi  una forte compressione  caduta dell’aria dall’alto verso basso e supportata da un afflusso di aria molto  calda e stabilizzante proveniente dal nord africa: settore Marocco/Algeria. Le due componenti accresceranno la sensazione percepita di calore, sia per via di un progressivo aumento dell’UR (umidità che non avrà modo di liberarsi nella libera atmosfera , ristagnando nei medio e bassi starti di essa), sia le temperature molto elevate che già verso il fine settimana dovrebbero attestarsi anche a valori prossimi ai 38/40 ° C  su alcune località di fondovalle e centro- meridionali . Dall’osservazione delle mappe sembra che questa “lingua di fuoco” venga successivamente , verso gli inizi del mese di Agosto, trascinata sul Mediterraneo centro meridionale coinvolgendo maggiormente : Calabria, Puglia, Sicilia ed in parte Sardegna meridionale. Solo dopo il 3-4 agosto, l’ondulazione delle correnti a getto potrebbero causare una  intrusione di aria più fresca verso la quota dei 500 hpa, che causerebbe  al nord in particolare e anche sulle regioni centrali,  una crescente instabilità dell’aria. Con relativi fenomeni violenti e grandinigei. Probabilmente si tratterà  dell’ultima onda di calore prettamente estiva e molto aggressiva.Infatti chi ci segue ricorderà che la tendenza meteo relativa al prossimo mese  sarà caratterizzata  da una certa dinamicità atmosferica  e pure nei  periodi stabili che non mancheranno l’anticiclone azzorriano meno focoso del collega sub-tropicale accompagnerà le vacanze degli italiani.

  distribuzione dei geopotenziali 500 hpa (5500 m slm) agli inizi di agosto.


Nella giornata del 29 probabilmente si toccherà l’apice del caldo
Mappa relativa dal multimodel del GEFS statunitense alla quota di 850 hpa (1450 m slm)
RiccardoApecchio.net

 

Quest’articolo è stato letto 4 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *