Tendenza meteo per Agosto

Anche agosto potrebbe trascorrere senza veri eccessi di caldo sul nostro Paese, grazie ad un flusso di tese correnti occidentali, in cui troveranno spazio anche piccole onde perturbate che recheranno una generale variabilità sulle Alpi, con rovesci frequenti e sconfinamenti temporaleschi sulle pianure del nord, in particolare sul nord-est, ma qualche sortita anche in Adriatico, in seno ai lievi serpeggiamenti della corrente a getto.

A tratti l’anticiclone delle Azzorre riuscirà a proteggerci in modo più netto, a tratti non riuscirà ad impedire qualche ulteriore transito della coda di impulsi freddi diretti verso i Balcani. Insomma una classica stagione estiva “vecchio stile”, da manuale di meteorologia anni 70 e 80.

Quanto all’Africa, con correnti tanto tese non avrà molte chances di mettersi in mostra, a meno che improvvisamente non intervenga l’affondo di una saccatura sull’ovest del Continente, tale da rimettercela prontamente in gioco, anche se di sponda. Questa eventualità peraltro sta trovando un’accoglienza decisamente tiepida in tutte le corse del modello sperimentale di cui ci serviamo per elaborare queste proiezioni.

In ogni caso, anche se andasse in porto un simile schema barico, l’impressione è che si tratterebbe giusto di una breve fiammata. Le temperature dovrebbero quindi rimanere a cavallo della media,  salvo leggeri scostamenti, che stante la prevalenza di correnti settentrionali, dovrebbe portare un lieve sottomedia in Adriatico e un leggero sopramedia sul nord-ovest.

Settembre incece vedrebbe un passaggio di consegne anche un po’ prematuro tra la stagione estiva e quella autunnale, un po’ come accaduto nella stagione scorsa. Risulterebbe infatti importante la flessione del campo barico con frequenti episodi temporaleschi, che impedirebbero all’anticiclone di tornare ad imposserarsi in modo continuativo del bacino centrale del Mediterraneo. Inoltre si innescherebbero anche i primi temporali marittimi notturni seri su gran parte dei bacini.

Se andasse come prefigurato insomma, la stagione non finirebbe certamente nel migliore dei modi, soprattutto in chiave turistica. Seguite comunque tutti gli aggiornamenti.

Quest’articolo è stato letto 4 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *