Andamento climatico per Luglio ultimi aggiornamenti

 

Previsioni mese di luglio: che sia un giugno bis?

 

Si conferma un mese senza eccessi dal punto di vista del caldo e, anzi, probabilmente interessato da qualche fase di instabilità più frequente della norma.

 

 Luglio simile a giugno? Scorrendo tutte le ultime mappe di nostro riferimento, considerato l’andamento delle anomalie superficiali degli oceani e individuata posizione e magnitudo di alcuni importanti indici climatici, sembra che l’ipotesi inizi davvero e prendere piede. Luglio dunque un po’ instabile e a tratti anche un po’ più fresco della norma?

 

Facciamo un passo indietro. Negli ultimi aggiornamenti avevamo già individuato questa linea di tendenza pur se il corridoio di correnti fresche sembrasse maggiormente incentrato sul Mediterraneo occidentale. Ora invece ci saremmo dentro in pieno.

 

Osservate le mappe delle anomalie, ricavate con sofisticati metodi di elaborazione probabilistica: geopotenziali in quota, temperature nei bassi strati, andamento delle precipitazioni e, non ultima, anche il disegno medio della sinottica (ultima immagine in basso) propendono tuttte verso l’ipotesi di un luglio complessivamente dinamico, un po’ fuori dai canoni del normale andamento stagionale italiano, solitamente votato ad una maggiore stabilità atmosferica e con caldo spesso molto fastidioso.

 

In altri termini potremmo tradurre questo ipotetico disegno con il rappresentare un mese senza dubbio in prevalenza soleggiato, ma con alcune parentesi di instabilità, caratterizzate da break temporaleschi, soprattutto concentrati al nord e al centro (vedi penultima mappa ove si rappresenta l’anomalia della piovosità media) e con temperature mediamente senza eccessi. Non sarà certamente un luglio fresco ma sembra probabile che il caldo fastidioso o opprimente sarà meno presente rispetto agli anni scorsi.

 

Parimenti il caldo originato dal sole altissimo sull’orizzonte e dalle lunghe giornate di luglio verrà regolarmente rimosso, tanto da non generare alcuna ondata di calore prolungata (oltre i 10gg).

 

Niente eccessi dunque: Africa per una volta spesso lontana dai nostri confini, almeno sulla carta. Che sia dunque un giugno bis? Per ora la vediamo così, strada facendo sapremo essere più precisi ed esaustivi.

Quest’articolo è stato letto 2 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *