Previsioni estate 2013: come trascorrerà luglio?

 Le giornate corrono veloci verso il pieno dell’estate, mentre la stagione climatica per ora sembra procedere con il freno a mano tirato. Analizzando i vari scenari che si prospettano per il prossimo mese di luglio, notiamo una sostanziale conferma di quanto esposto nei nostri precedenti approfondimenti, pur se con qualche novità senz’altro da segnalare.

Tanto per iniziare: nessun indizio di caldo feroce di matrice nord-africana rientra nelle probabilità di questa proiezione. Detto questo, cos’altro ci può attendere?

I mari sono più freddi della norma, i terreni su mezza Europa sono intrisi d’acqua e la circolazione circumpolare non si mostra particolarmente esuberante. Tanto basta per proiettarci verso un mese che avvalla l’ipotesi di un’estata sobria e mai urlata. Eventuali brevi fasi di caldo intenso saranno comunque possibili, ma in questa sede ci limitiamo ad analizzare la media, non potendo ovviamente scendere al momento in così profondi particolari.

Come trascorrerà quindi luglio? Sulla carta spiccano alcune interessanti deviazioni rispetto alla norma: anomalia della pressione atmosferica in quota (più bassa del normale, immagine in alto) su tutto il comparto mediterraneo, anomalia della pressione al livello del mare (idem come sopra), anomalia delle temperature a 1500 metri (fino a 2 gradi sotto la norma, immagine in centro) e al suolo (fino a 3 gradi sotto la norma), anomalia delle precipitazioni (superiori alla norma al centro-nord, lievemente inferiori al sud, immagine in basso.

Il tutto in un quadro che sembra riproporre un revival delle estati anni 70-80, quindi con caldo al punto giusto e con sempre il suo temporale pronto a soccorrerci in caso di eccessi. Quadro che sembra confermarsi anche nel successivo mese di agosto, del quale approfondiremo la tendenza nel corso dei prossimi aggiornamenti.

Quest’articolo è stato letto 5 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *