“SESSANTA MILIONI DI EURO DA SPENDERE E UN ASSESSORE PER L’AGRICOLTURA MARCHIGIANA”.

Sessanta milioni di euro, derivanti dalla programmazione europea, di cui l’agricoltura marchigiana deve usufruire entro il 2013. Una boccata d’ossigeno per un settore già in affanno prima che emergesse, in tutta la sua portata, l’attuale crisi economica. L’appello è stato lanciato da Nevio Lavagnoli, coordinatore di “Agrinsieme Marche” (di cui fanno parte Cia, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle Cooperative italiane) nel corso di un incontro con i capigruppo consiliari, convocato dal Presidente Solazzi. “Con un nuovo sistema di rappresentanza, come quello di Agrinsieme – ha proseguito lo stesso Lavagnoli – intendiamo affrontare le sfide del futuro in un clima di effettiva collaborazione, superando le diffidenze e armonizzando gli interventi da mettere in campo. Ma ci serve un aiuto concreto, soprattutto per superare gli innumerevoli ostacoli burocratici che rischiano di farci perdere un importante finanziamento come quello europeo. Abbiamo bisogno di avere punti di riferimento certi, è indispensabile un assessore all’agricoltura”. Da parte sua Presidente del Consiglio regionale, Vittoriano Solazzi, ha garantito l’immediato interessamento per affrontare il problema, anche con il coinvolgimento diretto delle Commissioni attività produttive e politiche comunitarie.

Quest’articolo è stato letto 4 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *