Torna la Notte dei Musei

URBINO: Anche la città ducale partecipa alla  “Notte dei Musei”: sabato 18 maggio dalle ore 20.30, nel centro storico ci saranno una serie di iniziative che coinvolgeranno il Museo Diocesano, la Casa Natale di  Raffaello e il Museo della Città.   L’edizione 2013 si caratterizzerà per il connubio fra arte e musica (ingresso libero).   Saranno  inoltre aperti al pubblico il Palazzo Ducale, la Fortezza Albornoz e l’Oratorio della Morte.  L’iniziativa è inserita nel contesto di Grand Tour Musei 2013  realizzata in collaborazione con la Regione Marche. Il tema di questa edizione è: “Museums (memory + creatività) = social change”, e si ispira all’estro artistico in tutte le sue declinazioni.

Questo è il programma: nell’Oratorio della Grotta della Cattedrale, alle ore 21.00, sarà presentato il catalogo “Il Restauro per una didattica dell’arte” relativo all’esposizione di opere d’arte del Sedicesimo e Diciassettesimo secolo, provenienti dal territorio dell’Arcidiocesi di Urbino, Urbania e Sant’Angelo in Vado, restaurate dalla Scuola di conservazione e restauro dell’Università di Urbino. E’ previsto un intervento della storica dell’arte Anna Fucili e di Nadia Senesi, allieva del quinto anno della Scuola di Conservazione e Restauro, sul tema “Il recupero dello stendardo di Giovan Battista Urbinelli”.

Alle ore 21.30, nella Casa natale di Raffaello, si tiene un incontro musicale nel cortile interno (a cura dell’Accademia Raffaello), con Michele Bartolucci (violino) e Giovanni Scaramuzzino (chitarra), i quali faranno rivivere le antiche atmosfere rinascimentali Alle 22.30, nel Museo Diocesano Albani, si svolge il concerto “Welcome to the Django”, tributo a Django Reinhardt, uno dei maggiori esponenti europei della musica jazz del XX secolo (I parte). Alle 23.30, nel Museo della Città, si tiene la II parte concerto jazz  “Welcome to the Django”.

Il Palazzo Ducale sarà aperto a ingresso gratuito dalle ore 20.00 alle 24.00 (la Galleria, a pagamento, farà anche il consueto orario 8.30 alle 19.15).  La Soprintendenza ricorda sarà possibile visitare anche la parte del palazzo ora in fase di restauro, in quanto è stata prorogata l’iniziativa “Cantiere aperto”.  Alla Fortezza Albronoz invece, dalle ore 21.00 sarà possibile visitare l’aula didattica “Bella Gerit”. Inoltre, apertura del  “Museo dell’Universo”: Il cielo di Urbino esibirà le stelle di primavera e i pianeti presenti nel cielo sopra i torricini, in particolare faremo la conoscenza della costellazione del Leone con la brillante Regolo e scopriremo anche la magnitudine delle stelline deboli che sono indicatrici di un cielo pulito. L’osservazione del cielo a cura del GALU è dedicata a Franco Pacini.

FANO – A Fano la primavera culturale si risveglia con la Notte dei Musei, appuntamento di respiro europeo giunto ormai con successo alla nona edizione. La Notte europea dei Musei nasce nel 2005  in Francia ed è patrocinata dall’Unesco e dal Consiglio d’Europa. In questa occasione i musei che aderiscono sono aperti gratuitamente permettendo una visita “insolita” alle proprie collezioni. Nell’ambito di questa iniziativa, che ha largo seguito anche in Italia, sabato 18 maggio il Museo archeologico e la Pinacoteca Civica di Fano accoglieranno gratuitamente i visitatori a partire dalle 21 con una serie di eventi particolarmente suggestivi. Si comincia alle 21 con il percorso sensoriale per bambini ed adulti dal titolo “Le mille e una piuma”: un safari notturno alla scoperta degli animali e dei personaggi nascosti nelle opere. A conclusione della visita i piccoli visitatori potranno realizzare, con le loro mani, un ricordo della serata trascorsa. La visita ed il laboratorio sono progettati e realizzati dalla Soc. Coop. Sistema Museo. La Notte dei Musei fanese vede anche la preziosa collaborazione dei docenti e degli studenti del “Liceo Artistico Apolloni” Polo3, i quali si cimenteranno, all’interno delle sale, nella realizzazione di opere eseguite con varie tecniche artistiche: si va dalla pittura ad olio, al mosaico e alla scultura. Una proiezione video, curata dagli alunni, presenterà la lettura e l’analisi di alcune opere d’Arte presenti nella raccolta civica. Ai visitatori e a quanti parteciperanno sarà offerta, a partire dalle 22 dall’Azienda Agricola Claudio Morelli, una degustazione di vini in terrazza. Una bella occasione per brindare all’arrivo della bella stagione. Per informazioni e prenotazioni contattare lo 0721 1836768 www.sistemamuseo.it – fano@sistemamuseo.it

Pesaro (PU) – Sabato 18 maggio torna la “Notte dei Musei”, iniziativa nata nel 2009 che quest’anno coinvolge più di 30 Paesi europei. Un appuntamento promosso in Italia dal ministero per i Beni e le Attività Culturali come occasione unica per vivere un’esperienza emozionante dentro un luogo della cultura ma anche per aprire i musei proprio quando sarebbero chiusi, e cioè di notte. Nelle Marche, la Notte dei Musei rientra nella quinta edizione di Grand Tour Musei, iniziativa ideata dalla Regione con il Coordinamento Regionale di Icom Italia e in collaborazione con la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici delle Marche-Mibac.

A Pesaro, l’assessorato alla Cultura del Comune e Sistema Museo propongono – dalle 20 alle 23 – una visita serale a Casa Rossini nel chiaroscuro notturno scelto come momento ideale della giornata per l’ascolto di alcuni brani musicali. I partecipanti saranno guidati da emozioni sensoriali di note tratte da arie di celebri “notturni”: si inizia con prelude à l’après-midi d’un faune, una notte sul monte Calvo, passando per il sogno di una notte di mezza estate e si conclude con il grande Debussy e il suo “chiaro di luna”. Il percorso sarà arricchito dalla proiezione di video realizzati da alcuni grandi animatori ispirati per il loro lavoro proprio da quei capolavori in musica. Un piccolo spazio della casa-museo di via Rossini 34 verrà allestito con “ricordi di notte” per un laboratorio libero: segni biancolatte tracceranno memorie “speciali” su cartoncini neri.

L’iniziativa si rivolge ai bambini e alle loro famiglie; la partecipazione è gratuita ma si consiglia la prenotazione. Il percorso dura mezz’ora circa e sarà proposto dalle 20 alle 23.

Per chi invece non vuole partecipare al percorso ma semplicemente girare tra le sale che raccontano la vita del compositore, Casa Rossini sarà aperta dalle 20 alle 24 oltre al consueto orario. informazioni e prenotazioni 0721 387541, pesaro@sistemamuseo.it www.pesarocultura.it.

Quest’articolo è stato letto 8 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *