Grave incidente di caccia

Questa mattina, nella zona di Acquapartita, si è verificato un grave incidente di caccia.
Si sono viste partire varie ambulanze, le macchine dei carabinieri e l’elicottero dei soccorsi.
Il cacciatore ferito è di Cattolica, è stato disgraziatamente colpito alla testa, attualmente è ricoverato all’ospedale di Ancona.
Ancora non si hanno notizie precise.

Aggiornamento:

-Un nuovo incidente di caccia ha fatto posare i fucili e salire panico e preoccupazione. Era da poco passato mezzogiorno quando, tra Serravalle di Carda e Apecchio, alla Croce, partono degli spari e, assieme al cinghiale, a terra cade un cacciatore. In “battuta” c’era la squadra di Serravalle e Pianello, una ventina di persone in tutto. Tra loro un 56enne di Gabicce Mare, probabilmente colpito di rimbalzo alla testa, in una zona ricca di pietre. A sparare i colpi sarebbe stato un cagliese, vicino di “posta”, compagno di squadra che non poteva prevedere una tale tragedia e che ora risulta indagato per lesioni colpose. Ma il 56enne, trasportato in eliambulanza a Torrette di Ancona e già operato, rischia la vita. Come spesso accade in queste circostanze, i soccorsi hanno richiesto tempo: almeno una mezz’ora dalla chiamata, visto che i soccorritori hanno dovuto lasciare la strada per “arrampicarsi” in una zona impervia. Sul posto, anche i carabinieri di Apecchio (che stanno indagando) e i vigili del fuoco di Cagli.( fonte Qui Flaminia .it Marche)

-Ricoverato in condizioni gravissime nell’ospedale regionale di Torrette ad Ancona un cacciatore di 56 anni di Gabicce, ferito alla testa da un colpo di fucile partito per sbaglio dall’arma di un amico. L’incidente e’ avvenuto durante una battuta di caccia al cinghiale nelle campagne di Apecchio (Pesaro Urbino). Non si esclude che il proiettile sia stato deviato da un ramo d’albero. (Ansa)

 Aggiornamento del 15 gennaio 2013
(ANSA) – PESARO, 15 GEN – E’ morto nell’ospedale di Ancona dopo 3 giorni di agonia il cacciatore 56enne di Gabicce Mare Marco Della Costanza colpito accidentalmente sabato da una pallottola esplosa da un compagno durante una battuta al cinghiale.

L’incidente era avvenuto nei boschi di Apecchio. Le condizioni dell’uomo erano apparse subito disperate. La procura della Repubblica ha disposto l’autopsia per stabilire la traiettoria del proiettile, che potrebbe aver subito una deviazione prima di colpire il cacciatore.

Quest’articolo è stato letto 59 volte.

12 thoughts on “Grave incidente di caccia

  1. bah…che dire… non hanno ancora capito che questo “sport” è pericolosissimo, non solo molti non ne conoscono le regole, ma si ubriacano pure prima di cominciare!!

  2. Io sono un cacciatore ……..non pratico la caccia al cinghiale ……perché’ è scarsissima la conoscenza da parte dei praticanti, del munizionamento che viene utilizzato, praticamente armi da guerra, sarebbe fondamentale che prima di dare in mano un’arma del genere a chiunque ci fosse conoscenza e quantomeno l’utilizzo di protezioni antiproiettile ………….purtroppo la superficialità che si sente solo nei racconti e’ disarmante ……. Comunque tanti auguri ed un grosso in bocca al lupo allo Sfortunato Marco

  3. Forse è giunto il momento di affrontare seriamente questo argomento.
    E’necessaria una saggia gestione della caccia, non si può andare avanti con l’attuale insensata situazione. Chi può intervenga!!!!!

  4. e si la gestiscono bene….se non ricordo male, non c’era un’indagine aperta per quanto riguardava le licenze da caccia, marche da bollo e multe??

  5. faccio le condoglianze alla famiglia , io ero tante volte a caccia con loro e non mi sono mai sentito in pericolo, erano tutti consapevoli di quello k si faceva , per quello k posso saro vicino alla squadra e sopratutto all acusato k per me è una grande persona !!!! purtroppo è successo un tragico incidente , incidenti anche peggiori accadono andando in macchina , concludo dicendo a tutti coloro k leggono di non pensare sempre male dei cacciatori!!!! mandi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *