GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE


Un’intera campagna dedicata ai temi e ai percorsi di educazione alle pari opportunità, alla prevenzione e al contrasto della violenza sulle donne. In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, designata dall’Assemblea Generale dell’ONU per il 25 novembre, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e il Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri svilupperanno una serie di iniziative e campagne di sensibilizzazione sul tema rivolte alle scuole e agli studenti.

La campagna sarà inaugurata, lunedì 19, con il lancio dello spettacolo teatrale 1522 che si terrà a Roma, presso il Teatro Quirino, Via delle Vergini 7, alle ore 20.30. Lo spettacolo, organizzato con Telefono Rosa e accompagnato dal percorso musicale Dedicato a Lea, ha l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti, attraverso il laboratorio teatrale e musicale, ai temi delle pari opportunità e della violenza sulle donne.

Sarà presentato, inoltre, il Servizio telefonico di pubblica utilità 1522, a sostegno delle donne vittime di violenza, e un nuovo spazio web (www.noisiamopari.it) nel quale saranno raccolti materiali didattici e progetti realizzati da scuole e associazioni sui temi delle pari opportunità.

La Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne è stata designata dall’ONU il 17 dicembre 1999 con la risoluzione 54/134. E già da tempo, il Ministero dell’Istruzione e il Dipartimento per le Pari Opportunità collaborano nell’organizzazione di campagne di sensibilizzazione e progetti rivolti alle scuole secondarie di I e II grado.

D’altra parte il femminicidio – un fenomeno purtroppo drammaticamente rilevante in Italia – può essere contrastato ed eliminato soprattutto attraverso l’educazione dei più giovani. Da questo punto di vista, non sfugge l’importanza di impostare fin dagli anni della preadolescenza relazioni rispettose e corrette tra i generi, fondate sul riconoscimento delle diversità di ciascuno e sulla dignità e uguaglianza dei diritti fondamentali di ogni persona. Le iniziative in programma hanno proprio lo scopo di fornire a studenti e insegnanti gli strumenti più adeguati per raggiungere questo obiettivo.

Quest’articolo è stato letto 6 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *