Conclusa la festa Beer&Klezmer

Teatro pieno al concerto dei Klezroym, tanta buona musica che ha pienamente soddisfatto le aspettative dei partecipanti.

la torta gigante per il compleanno della Città della Birra,
tanti auguri a tutta l’associazione.

Quest’articolo è stato letto 3 volte.

15 thoughts on “Conclusa la festa Beer&Klezmer

  1. Mi esprimo qui, già che nel post precedente sui Klezroym la faccenda è andata, come al solito, (e come qualcuno ha evidentemente interesse a mandarla) in politica.

    Il tono trionfalistico d’apertura di questo post è francamente esagerato.
    Di spettacoli se n’è fatto solo uno anzichè i due preventivati. Inoltre il concetto di “pieno” ha sempre una sua relatività. Tutte le poltroncine erano in effetti occupate (6 file x 7 posti). 43 spettatori in tutto (incluso me sul terrazzino). Questo alla fine, perché a metà eravamo solo 37.
    Non so come sia andato il settore “culinario” ma suppongo che i numeri siano pressochè gli stessi.
    Considerato che nelle occasioni precedenti, tra seggiole sul corridoio e seggiole di sopra, i due spettacoli hanno totalizzato anche 150 persone, il termine ovvio per definire l’affluenza di pubblico è “fiasco”.

    Ciò detto e senza addentrarmi nell’analisi di quanto sopra, mi sento invece di dire che l’aspetto musicale è stato buono. Chi ama la musica ama anche ascoltarne tutte le sfaccettature e anche se credo che non entrerò mai in un ristorante cinese, sono convinto che per un “gastronomo” che pretende di essere tale, la prova è obbligatoria.
    Così è stato per me con questa sconosciuta Klezmermusic. Meno accattivante di quel che pensavo, ma la QUALITA’ dei musicisti ha ripagato sicuramente il prezzo del biglietto.

  2. Ho riportato il fatto che il teatro era pieno e cosi e’ stato, buona musica e così e’ stato, pubblico soddisfatto, compreso te, e cosi e’ stato.
    Io cerco sempre di non essere di parte, poi chi vuole commenta.
    Mi rendo conto che l’articolo non e’ esauriente, ma ho cercato di sottolineare l’aspetto positivo della serata.

  3. Giusto Massimo da parte tua aver sottolineato l aspetto positivo .Spero pero che chi di dovere si sia almeno accorto dell aspetto negativo.

  4. chi si occupa di turismo dovrebbe essere preparato a farlo.
    Per far le cose fatte bene non ci si improvvisa esperti, perchè poi i risultati si vedono.

  5. Non intedevo innescare polemiche. Ammetto d’essermi espresso in modo drastico, ma i numeri sono evidenti: 43 spettatori sono TRE VOLTE MENO (abbondanti) della precedente edizione.
    Se 43 spettatori fanno il teatro “PIENO”, è comunque un “PIENO A META'” rispetto a quando ce n’erano 80.
    Dunque sul piano dell’AFFLUENZA DI PUBBLICO (e solo su questo aspetto) l’evento ha floppato.
    Niente da ridire sull’efficienza del settore alogastronomico. Plauso alle qualità professionali dell’organico Klezroym.

    Apprezzo l’intento di Massimo di sottolineare le cose positive, ma citare solo quelle può fuorviare il lettore da una valutazione obiettiva della riuscita di un evento.

  6. io alvin non ci vedo nessuna polemica, anzi, qui si stanno solo constatando i fatti. piuttosto mi soffermerei sulle parole di gervigo e di bingo.

  7. il fatto più ” inquietante ” e che ci sono molte persone che sono state contente della poca affluenza di pubblico ………ma in che razza di paese viviamo siamo in quattro gatti e ci vogliamo così male !!!!!
    Di solito la musica unisce ma in questo paese divide tutto divide in questo paese e lasciemla gì sempre co stà politica !!!!

  8. Vorrei associarmi e poter votare chi dovra’ costituire il prossimo direttivo o magari candidarmi anche io per poter dare il mio contributo.
    In una normale associazione sarebbe normale, ma in questa?

  9. Candidato troppo lungo da spiegare ma se vai su internet trovi la differenza.In quanto a quella in questione speriamo che sia veramente una S.p.a. (SOCIETA PER APECCHIO)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *